È morto Monte Hellman

Maestro della New Hollywood, ha diretto cult movie come Le colline blu, La sparatoria e Strada a doppia corsia. Aveva 91 anni
È morto Monte Hellman
Monte Hellman - foto di Pietro Coccia

Addio a Monte Hellman. Maestro del cinema indipendente affermatosi durante la stagione della New Hollywood, autore di opere seminali come Le colline blu (1966), La sparatoria (1966) e Strada a doppia corsia (1971), è morto il 20 aprile all’Eisenhower Medical Center di Palm Desert, in California, a seguito di una caduta in casa. Aveva 91 anni.

Dopo le prime esperienze alla NBC come regista radiofonico, Hellman studiò cinema all’UCLA per poi lavorare all’ABC come apprendista montatore. Nel 1959 Roger Corman gli offre l’occasione di debuttare dietro alla macchina da presa con Beast from Haunted Cave. Alla metà degli anni Sessanta fondò la Proteus Film insieme a Jack Nicholson, con cui girò due film western a basso budget e due horror nelle Filippine.

Nel 1966 diresse La sparatoria, considerato il suo capolavoro, western interpretato dal co-produttore Nicholson, Warren Oates, Will Hutchins, Millie Perkins. Le riprese iniziarono con un budget di 75 000 dollari, con Corman produttore esecutivo. Contemporaneamente, Hellman girò Le colline blu, con buona parte dello stesso cast tecnico.

Nel 1971 realizzò Strada a doppia corsia, road movie interpretato da James Taylor, Warren Oates e Dennis Wilson dei Beach Boys. Considerato dalla rivista Esquire il migliore dell’anno, non ottenne un grande successo commerciale ma con gli anni è diventato un cult movie.

Nel 1978 venne in Italia per girare Amore, piombo e furore, le cui riprese si svolsero anche in Spagna. Interpretato da Fabio Testi, Warren Oates, Jenny Agutter e Sam Peckinpah, il film si avvalse dei contributi di Giuseppe Rotunno alla fotografia e Pino Donaggio alle musiche.

Diventato insegnante di cinema presso il California Institute of the Arts, era molto amato nel settore: Quentin Tarantino – di cui Hellman è stato produttore esecutivo per l’opera prima Le iene – volle premiarlo alla Mostra di Venezia del 2010, dove era presidente della giuria, con un Leone d’oro speciale per l’insieme dell’opera. In quell’occasione Hellman presentò Road to Nowhere, suo ultimo lungometraggio e film-testamento.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy