Antitrust: misure cautelari contro Anica e Anec

Il provvedimento dell'Autorità garante volto a impedire il boicottaggio delle arene cinematografiche estive. Denuncia partita anche da Cinema America
Antitrust: misure cautelari contro Anica e Anec

L’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di imporre misure cautelari “per impedire l’attuazione di un’intesa di boicottaggio tra l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali (ANICA), l’Associazione Nazionale Esercenti Cinema (ANEC) e l’Associazione regionale Lazio esercenti cinema (ANEC Lazio) nei confronti delle arene gratuite”. La denuncia era partita anche da Cinema America.

“Bene, scelta obbligata!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Avevamo chiesto di fare subito chiarezza sulla vicenda, data l’imminenza delle proiezioni estive a titolo gratuito, che costituiscono un importante evento per molte località turistiche, creano afflusso di spettatori e un indotto significativo per molti commercianti, dai ristoranti alle gelaterie” prosegue Dona. “Inevitabili, quindi, le misure cautelari, essendo orami alto il rischio di un danno irreparabile. E’ bene che si considerino anche i diritti dei consumatori, dei cinefili, e non solo di produttori e registi”, conclude Dona.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy