VULCANO

ITALIA - 1950
Maddalena ritorna alla natia isola di Vulcano dopo parecchi anni, rimpatriata dalla Questura di Napoli. E' ancora giovane e bella, ma tutti la evitano perchè non gode di buona reputazione. Soltanto la sorella Maria, ch'ella aveva lasciato bambina, l'accoglie affettuosamente. Quando nell'isola arriva Donato, un palombaro che fa la corte a Maria, questa gradisce le sue premure malgrado i consigli di Maddalena che diffida di lui. Donato, infatti, è un tipo losco, che ha vari scontri con un altro malvivente, tale Alvaro, e finirà per ucciderlo in fondo al mare. Per salvare la sorella, Maddalena ricorre ad un mezzo estremo: si offre a Donato. Ma il sacrificio è inutile, perché Maria le si ribella, credendola veramente una rivale. Allora Maddalena decide di sopprimere Donato togliendogli l'aria, mentre è immerso in mare. Nelle tasche del morto si trova poi la prova della sua intenzione di avviare Maria alla prostituzione. Frattanto un'eruzione sconvolge l'isola: mentre tutti fuggono, Maddalena si lascia seppellire dalle mura che crollano.
  • Durata: 106'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: FRANCESCO ALLIATA PER ARTISTI ASSOCIATI PANARIA
  • Distribuzione: ARTISTI ASSOCIATI

NOTE

GLI ESTERNI FURONO GIRATI NELL'ISOLA DI SALINA MENTRE ROSSELLINI - CHE AVEVA APPENA LASCIATO LA MAGNANI PER LA BERGMAN - GIRAVA CON LEI IL FILM 'STROMBOLI TERRA DI DIO' NELL'ISOLA OMONIMA.
I DIALOGHI FURONO TRADOTTI IN INGLESE DA ERSKINE CALDWELL.
LE RIPRESE SUBACQUE - ECCEZIONALI PER IL TEMPO - SONO DI FOSCO MARAINI E FRANCESCO ALLIATA. ASSISTENTE OPERATORE MARCELLO GATTI.

CRITICA

"Da un soggetto che aveva tutti i punti per essere un ottimo successo cinematografico, è venuta fuori una narrazione slegata, illogica, inframmezzata con avvenimenti che nulla avevano a che fare con l'azione. ( ...) La sceneggiatura di ' Vulcano' è veramente mal fatta e il montaggio è tra i peggiori che siano mai stati visti. ( ...) Noi riteniamo che Dieterle non abbia alcuna colpa in tutto ciò: egli ha girato ciò che doveva girare in base alla sceneggiatura e se n'è tornato a casa sua..." ( Anonimo, 'Intermezzo',4, 28 febbraio 1950)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy