Una donna a Berlino

Una donna a Berlino

GERMANIA, POLONIA - 2008
Una donna a Berlino
Il film si basa sul diario di una donna che ha voluto restare per sempre anonima, pubblicato in Germania nel 2003, dopo la sua morte. L'autrice, giornalista e fotografa, affronta un argomento tabù: gli stupri che i soldati dell'Armata Rossa hanno commesso ai danni delle donne tedesche alla fine della seconda guerra mondiale. Siamo a Berlino negli ultimi giorni di guerra in un palazzo semi distrutto dove si riparano alcune persone sopravvissute ai bombardamenti aerei e dell'artiglieria nemica. Tra loro la maggioranza sono donne che hanno un triste presentimento sull'arrivo dei russi. 'Anonyma' rifiuta di considerarsi una vittima e trova in sé il coraggio di difendere la sua dignità e di organizzare la sua difesa. Andrà lei stessa in cerca del "lupo" cui si sottometterà volontariamente in cambio di essere da lui difesa dagli attacchi degli altri predatori. Quello che desidera si realizza presto perché desta l'attenzione di Andrej, un ufficiale russo. garbato e malinconico. Quello che non aveva previsto è che tra loro si stabilisca una sorta di rapporto d'amore anche se tra loro resta la barriera di non poter dimenticare di appartenere a due campi avversi...
  • Altri titoli:
    A Woman in Berlin
    Une femme à Berlin
  • Durata: 131'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, GUERRA
  • Specifiche tecniche: 35 MM, CINEMASCOPE
  • Tratto da: Diario anonimo pubblicato nel 2003 in Germania.
  • Produzione: GÜNTER ROHRBACH, MARTIN MOSZKOWICZ PER CONSTANTIN FILM PRODUKTION GMBH
  • Distribuzione: CINECITTA' LUCE

NOTE

- PRESENTATO ALLA 59. BERLINALE (2009) NELLA SEZIONE 'GERMAN CINEMA'.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy