Una canzone per te

ITALIA - 2010
2/5
Una canzone per te
Il giovane Davide è il frontman della band musicale 'Nais Nois', il gruppo più in voga della sua scuola, e sa molto bene cosa vuole dalla vita. Tuttavia, il destino ha in serbo per lui un amaro scherzo per cui si troverà improvvisamente abbandonato non solo dal suo gruppo, ma anche dalla sua ragazza, Silvia. Riuscirà Davide a riconquistare il suo ruolo di leader e, grazie ad una romantica canzone e all'aiuto della compagna di classe Lisa, il cuore della sua bella? Ma soprattutto, sarà Silvia la ragazza di cui è innamorato veramente?
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Tratto da: liberamente ispirato al film "Due volte ieri" (1998) di María Ripoll
  • Produzione: RICCARDO TOZZI, GIOVANNI STABILINI, MARCO CHIMENZ PER CATTLEYA IN COLLABORAZIONE CON MTV ITALIA
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES INTERNATIONAL ITALY
  • Data uscita 28 Maggio 2010

TRAILER

RECENSIONE

di Giulia Lucchini
Doppio esordio cinematografico, per Herbert Simone Paragnini, sceneggiatore e regista di fiction televisive, e per Mtv, che per la prima volta sbarca al cinema in collaborazione con Cattleya per produrre il teen movie Una canzone per te. Frontman dei Nais Nois, Davide (Emanuele Bosi), sogna di sfondare nel campo musicale. Innamorato della pariolina Silvia (Michela Quattrociocche), la sua ex fidanzata, decide di scrivere una canzone per provare a riconquistarla. Ma Lisa (Agnese Claisse), compagna di classe che ha sempre snobbato, gli darà la vera ispirazione.
Tipico triangolo amoroso nell'ambito liceale alla Notte prima degli esami e Michela Quattrociocche ormai volto-simbolo dei film di Moccia (Amore 14, Scusa ma ti chiamo amore, Scusa ma ti voglio sposare), Una canzone per te s'inserisce totalmente nel panorama del filone giovanilistico. E siccome la formula ha avuto tanto successo, si è trovata un'altra declinazione nel connubio con la musica. Dopo Albakiara e Questo piccolo grande amore - che prendevano i titoli di canzoni-cult del melodico italiano trasformandole nel concept che sta dietro un intero film - ora la musica diventa oggetto del plot. Subentrano i protagonisti dell'universo musicale giovanile: Zero Assoluto, Lost, Broken Heart College, L'Aura, Sonohra, mentre il protagonista sogna di partecipare all'Mtv New Talent in un'operazione di marketing sicuramente originale. Sul finale i Lost cantano “Scoppia l'applauso del cielo”, chissà se scoppierà l'applauso del pubblico o, come cantava Califano, solo una “maledetta noia”.

NOTE

- DIREZIONE ARTISTICA MUSICALE: LUCA DE GENNARO (DIRETTORE ARTISTICO MTV ITALIA).

CRITICA

"Imbarazzante commediola sentimentale che fa largamente rimpiangere gli antichi musicarelli con Gianni Morandi. (...) Autore del papocchio l'esordiente Herbert Simone Paragnani, accanito fan del romanesco. Chissà se crescendo i verdi protagnistì riusciraranno a dire 'molto bene' anziché 'molto bane'." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 28 maggio 2010)

"Brutta copia di un film di Moccia 'Una canzone per te' di Herbert Simone Paragnani ripropone infine il solito catalogo di stereotipi sul mondo giovane di Mtv. Un'ideuzza c'era, la possibilità di tornare magicamente indietro e riparare agli errori commessi, ma annega tra i gorghi delle solite banalità." (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 28 maggio 2010)

"Davide (...) un giorno perde tutto, anche per colpa sua. Ma la vita gli darà una seconda chance: rivivere quel giorno maledetto... Efficace commedia giovanile diretta da uno degli sceneggiatori dei 'Cesaroni'." (Alberto Crespi, 'L'Unità', 28 maggio 2010)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy