Un marito ideale

An Ideal Husband

GRAN BRETAGNA - 1999
Un marito ideale
Londra, 1890. Sir Robert Chiltern è un politico in grande ascesa con un brillante futuro davanti. E' anche un perfetto gentiluomo e un marito adorabile per la moglie, la bella lady Chilten. Il clima ideale è interrotto dall'arrivo della signora Cheveley, donna temuta in tutti i salotti. Costei, che vorrebbe conquistare i favori di sir Robert, minaccia di rivelare alcuni oscuri e pericolosi segreti della sua vita passata. All'improvviso Robert si sente accerchiato e cade nella paura. Di fronte alla possibilità di vedere rovinate famiglia e carriera, Robert si rivolge all'amico lord Arthur Goring, donnaiolo e scapolo convinto. Arthur cerca col fascino e l'eleganza dei propri modi di rendere più chiara la situazione, che invece si ingarbuglia ulteriormente. Tra tanti convegni, incontri, colloqui il suo sguardo si incontra sempre più spesso con quello di Mable, sorella di Robert e non ne resta indifferente. D'altra parte anche suo padre è preoccupato e spinge perché il figlio finalmente si trovi una moglie. Equivoci a non finire si intrecciano, e scompaginano le varie coppie. Finalmente la signora Cheveley viene indotta al silenzio, Robert e la moglie Gertrud si riappacificano, e Arthur chiede a Mable di sposarlo. Robert dice di no, ma interviene Gertrud a mettere pace e a invitare tutti ad applaudire quel matrimonio, cui ne seguiranno tanti altri. Perché anche Arthur si è mostrato alla fine un marito ideale.
  • Durata: 94'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: commedia omonima di Oscar Wilde
  • Produzione: BARNABY THOMPSON, URI FRUCHTMAN, BRUCE DAVEY
  • Distribuzione: MEDUSA FILM (2000) - MEDUSA VIDEO

CRITICA

"Questa versione cinematografica della commedia di Oscar Wilde 'Un marito ideale' non è la prima (Alexander Korda ne diresse una nel 1948) ma è incantevole per ritmo, ambientazione, dinamica, spirito, per la bellissima recitazione degli interpreti in particolare di Julianne Moore, del magnifico Rupert Everett e di Cate Blanchett, l'attrice-rivelazione di 'Elizabeth'". (Lietta Tornabuoni, 'la Stampa', 11 febbraio 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy