Tutti gli uomini del re

All the King's Men

USA - 1949
Tutti gli uomini del re
Willie Stark, un giovane di modesta condizione ma pieno d'ingegno, si dedica, sulle prime con poca fortuna, alla lotta politica. Alcuni politicanti appoggiano la sua candidatura col proposito di servirsi di lui per i loro loschi fini. Accortosene, Willie li denuncia agli elettori ed in tal modo vince la sua battaglia. Eletto governatore dello Stato, vuol attuare un grandioso programma d'opere pubbliche e per giungere ai suoi fini ricorre agli stessi sistemi di corruzione e di sopraffazione che ha tanto rimproverato agli avversari. La sua personalità si trasforma: l'assertore dei diritti popolari diventa un dittatore senza scrupoli, che crede lecito tutto quello che serve a consolidare il suo potere. Anche nella cerchia dei familiari e degli amici tutti devono piegarsi alla sua volontà. Tradisce la moglie, toglie al suo migliore amico la fidanzata, provoca con il suo egoismo la rovina del suo figlio adottivo, ricatta un magistrato spingendolo al suicidio. Molti l'abbandonano, ma le folle gli rimangono fedeli e con l'aiuto di queste riesce a vincere ancora. Tuttavia il suo successo sarà di breve durata.
  • Durata: 109'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO, POLITICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.37)
  • Tratto da: tratto dal romanzo omonimo (premio Pulitzer 1947) di Robert Penn Warren, ispirato alla carriera del senatore Huey Long
  • Produzione: COLUMBIA PICTURES CORPORATION
  • Distribuzione: CEIAD - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

NOTE

- OSCAR 1949 PER MIGLIOR FILM, ATTORE PROTAGONISTA (BRODERICK CRAWFORD) E ATTRICE NON PROTAGONISTA (MERCEDES MCCAMBRIDGE). IL FILM ERA STATO CANDIDATO ANCHE PER MIGLIOR REGIA, SCENEGGIATURA, MONTAGGIO E ATTORE NON PROTAGONISTA (JOHN IRELAND).

- NE E' STATO FATTO UN REMAKE NEL 2006 CON SEAN PENN DIRETTO DA STEVEN ZAILLIAN.

CRITICA

"Lo spunto dal quale prende le mosse la vicenda è interessante ma il racconto è aggroviglaito e confuso. Efficace l'interpretazione del carattere del protagonista." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 28, 1950)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy