TRE STRANIERE A ROMA

ITALIA - 1959
Tre ragazze di Milano, affrontando dei sacrifici economici, riescono a realizzare il loro sogno: passare due giorni a Roma. Per celia fingono di essere delle danarose turiste danesi ed accettano l'invito di Sandro, un meccanico, che si offre di accompagnarle in giro per la città con un'automobile, ch'egli fa passare per sua, ma è invece di un incauto cliente. Sandro, che pregusta l'avventura, si presenta all'appuntamento con due amici, e le tre ragazze vanno in giro per la città e se la spassano allegramente. Facendosi prestare i vestiti da alcune ballerinette, che alloggiano nella modesta pensione che le ospita, le tre ragazze si recano la sera coi tre giovanotti in un locale notturno; ma qui le cose cominciano a prendere un'altra piega. L'amante di Sandro, una ricca mondana casualmente ospitata nello stesso locale, vede il giovane in allegra compagnia e lo fa malmenare dall'autista del suo protettore; Poi le tre ragazze, subendo gli effetti del vino bevuto, rivelano inavvertitamente la propria identità. Grande è la collera dei tre giovani quando s'accorgono di essere stati burlati, e gravi i loro propositi di vendetta. Sandro sottrae a suo zio la chiave di una villa momentaneamente disabitata col proposito di attirarvi, insieme ai due amici, le tre ragazze e vendicarsi della burla subita; ma alla fine, durante una scampagnata, viene stipulata una pace generale. Ciascuno riconosce i propri torti e perdona quelli degli altri. Le due giornate di vacanza sono finite e le tre coppie si separano alla stazione, promettendosi scambievolmente di scriversi per mantenere vive tra loro le amichevoli relazioni iniziate.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy