The Hitcher

USA - 2007
The Hitcher
Durante un viaggio attraverso il deserto del Nuovo Messico, gli studenti Jim Halsey e Grace Andrews prendono a bordo l'autostoppista John Ryder. La decisione si rivelerà piuttosto avventata poiché l'uomo, prima tenterà invano di ucciderli, poi inizierà a perseguitarli in cerca di vendetta.
  • Durata: 84'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR, THRILLER
  • Specifiche tecniche: SUPER 35 STAMPATO A 35 MM (1:2.35) - TECHNICOLOR
  • Produzione: MICHAEL BAY, ANDREW FORM BRAD FULLER, ALFRED HABER, CHARLES MEEKER, ALMA KUTTRUFF PER FOCUS FEATURES, INTREPID PICTURES, PLATINUM DUNES
  • Distribuzione: MEDUSA (2008)
  • Data uscita 30 Maggio 2008

RECENSIONE

di Gianluca Arnone
Da Non aprite quella porta in poi l'horror ad Hollywood è stato tutto un remake. Pure il fenomeno Saw, "rifatto" da Hostel nelle sue componenti di puro sadismo hard-gore, ha ceduto con i successivi episodi alla deriva "da riciclo". Un'ipotesi di asfissia ideativa che The Hitcher di Meyers, dal cult-movie di Harmon, conferma. Lo script (nuovamente di Eric Red) è semplicissimo: una giovane coppia sta attraversando il deserto californiano quando s'imbatte in un autostoppista psicopatico che uccide tutti quelli che incontra. Oltre ad arrivare 22 anni dopo, quando nessuno più dà passaggi agli sconosciuti, sono pochi ma significativi gli elementi di contrasto tra archetipo e copia. Come l'ingresso di Sophia Bush accanto al protagonista maschile con disinnesco del sottotesto omoerotico. O la sostituzione del disturbante maniaco di Rutger Hauer con questo terminator nichilista (mal) impersonato da Sean Bean. La tensione del film dell'86 cede il passo a un grossolano dosaggio di shock, mentre la verosimiglianza viene "bucata" da una sceneggiatura stiracchiata e ridicola. Rimane l'assenza di spiegazioni. Ma tra il non voler dare risposte al pubblico e il non avere nulla da dire c'è una grossa differenza.

NOTE

- REMAKE DEL FILM "HITCHER - LA LUNGA STRADA DELLA PAURA" DIRETTO NEL 1986 DA ROBERT HARMON.

- LA REVISIONE MINISTERIALE DEL 30 SETTEMBRE 2009 HA ELIMINATO IL DIVIETO AI MINORI DI 14 ANNI.

CRITICA

"Rispetto al prototipo, che già non era una storia per educande, il rifacimento pigia a tutto andare sul pedale della truculenza, facendo del cattivo un superman capace di sterminare un esercito di piedi piatti e di abbattere elicotteri. Poiché al ragazzetto tocca una sorte diversa dal modello, la fanciulla in minigonna ha il compito di fare giustizia." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 30 maggio 2008)

"Un remake scritto da Eric Red, superficiale e corretto, ma privo di seconde letture, se non la responsabilità di colpe che passano di mano per ottusa polizia. Dave Meyers dal video music passa al lungo, smistando autostradali orrori ma resta assiso al fuocherello della paura. Sean Bean è sadico borghese, i ragazzi sono Zachery Knighton e Sophia Bush che assume il comando dopo aver visto sonnecchiando 'Gli uccelli' di Hitchcock in tv, ma ogni riferimento a sir Alfred pur non casual è fuori luogo." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 30 maggio 2008)

"E' il rifacimento di un film di Robert Harmn del 1986, con Rutger Hauer terribile nella parte dell'uccisore. Questo 'The Hitcher' è meno ben fatto, anche se suscita negli spettatori una certa tensione." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 30 giugno 2008)

"Un film delirante, dove le incongruenze sono seconde soltanto alle scene inutilmente truculente, con miriadi di poliziotti ammazzati da un protagonista fastidiosamente sadico. Capace di togliersi le manette meglio del mago Silvan per ritrovarsi nella violentissima chiusa con indosso un giubbotto antiproiettile. Generosamente donato dall'autore, forse per far durare più a lungo la sua prevista agonia. Amen." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 30 maggio 2008)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy