TERESA RAQUIN

THERESE RAQUIN

ITALIA, FRANCIA - 1953
TERESA RAQUIN
Teresa ha sposato il cugino Camillo, uomo debole, malaticcio, non per amore, ma obbedendo ad un sentimento di riconoscenza verso la madre di lui. La sua vita scorre monotona e tranquilla fino al giorno in cui ella fa per caso la conoscenza di un camionista italiano, di nome Lorenzo. Gli sguardi di costui le parlano un linguaggio appassionato, al quale non resta insensibile. Lorenzo le propone di fuggire con lui: ella rifiuta, ma lo rivede più volte. Lorenzo decide di dire la verità al marito che dapprima supplica Teresa di non abbandonarlo, poi le chiede di trascorrere con lui ancora tre giorni a Parigi; ma durante il viaggio, Lorenzo, che segue la coppia, viene a diverbio con Camillo e lo getta dal treno. La polizia ha dei sospetti su Teresa; ma non ci sono prove e la pratica viene archiviata. Malgrado questo, il ricordo del delitto tormenta Teresa: quand'ella s'avvicina di nuovo all'amante, un pericolo insospettato si delinea per entrambi. Un compagno di viaggio, che ha assistito alla scena del delitto, ricatta i due amanti. Essi pagano la somma richiesta; ma in seguito a un investimento, il ricattatore perisce prima di aver potuto annullare la sua denuncia. I due colpevoli non potranno sfuggire al meritato castigo.
  • Durata: 105'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: ROMANZO OMONIMO DI EMILE ZOLA
  • Produzione: HAKIM PER LA LUX
  • Distribuzione: LUX - DURIUM HOME VIDEO

NOTE

LEONE D'ARGENTO ALLA MOSTRA DI VENEZIA 1953 EX-AEQUO INSIEME A "I VITELLONI", "MOULIN ROUGE", "IL PICCOLO FUGGITIVO", "I RACCONTI DELLA LUNA PALLIDA D'AGOSTO" E "SADKO".

CRITICA

"I personaggi risentono di un'eccessiva tipizzazione, ma il ritmo è vigoroso e la regia è un modello di economia e precisione." (Paolo Mereghetti)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy