SIMBAD E IL CALIFFO DI BAGDAD

ITALIA - 1973
Stanco di fare il marinaio, Simbad torna al suo paese dove scopre che la sua casa e tutti i suoi beni sono stati confiscati. Vittima di due imbroglioni, Firùz e Bamàn, si ritrova con loro, contro la propria volontà, su una nave che reca la bella Sherazade in moglie al crudele Califfo di Baghdad. Trovato in compagnia della giovane, viene abbandonato in mare, con Firùz e Bamàn, su una scialuppa destinata a naufragare su un isolotto. Tra i relitti di una nave cinese Simbad scopre un aerostato col quale si innalza e raggiunge Baghdad. Straordinariamente somigliante al Califfo, egli viene convinto, da alcuni funzionari che vogliono spodestarlo, a prendere il suo posto. Il complotto riesce, ma Simbad, che ha trovato l'amore di Sherazade, rinuncia al potere e parte con lei per altri lidi.

CAST

CRITICA

E' un modesto film d'avventura, i cui soli pregi stanno nell'ambientazione, sfruttata peraltro con scarsa fantasia, e nel ritmo, discretamente movimentato. Nella vicenda, che sarebbe stata per sua natura destinata ai ragazzi, sono state inoppurtunamente inserite immagini sensuali. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy