Shining

The Shining

GRAN BRETAGNA - 1980
Shining
Jack Torrance - ex istitutore e scrittore in crisi con tendenza all'alcoolismo - nella speranza di ritrovare se stesso e l'ispirazione accetta di fungere da custode per la stagione invernale dell'immenso e deserto Hotel Overlook, sulle Montagne Rocciose. Dieci anni prima, in analoghe circostanze, un uomo, prima di suicidarsi, ha fatto a pezzi le due figliolette e la moglie. Jack è al corrente dei precedenti, ma non se ne cura e raggiunge il posto con la moglie Wendy e il figlioletto Danny di sette anni. Il cuoco di colore Hallorann, dotato di "luccicanza" o preveggenza come Danny, è l'unico a temere il peggio. In realtà, mentre scorrono le settimane, Danny rimane sempre più spaventato poiché, con le sue doti parapsichiche, vede fiumi di sangue scorrere e incontra personaggi della tragedia di dieci anni prima. Jack, sempre più stralunato, scrive all'infinito la stessa frase: "Il mattino ha l'oro in bocca". Wendy Torrance tenta di salvare il figlio e se stessa quando Jack cade preda di raptus omicida.
  • Altri titoli:
    Stanley Kubrick's 'The Shining'
  • Durata: 146'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR, THRILLER
  • Specifiche tecniche: ARRIFLEX 35 BL, 35 MM (1:1.37)
  • Tratto da: romanzo omonimo di Stephen King (ed. Bompiani)
  • Produzione: STANLEY KUBRICK PER HAWK FILMS, PEREGRINE, IN ASSOCIAZIONE CON THE PRODUCERS CIRCLE COMPANY
  • Distribuzione: PIC (1980), NEXO DIGITAL (2017) - WARNER HOME VIDEO (GLI SCUDI) - LASERDISC, DVD: WARNER HOME VIDEO, WARNER HOME VIDEO (2008) - BLU-RAY: WARNER HOME VIDEO (2011)
  • Riedizione 2017
  • Vietato 14
  • Data uscita 31 Ottobre 2017

TRAILER

NOTE

- PRIMA PROIEZIONE IN ITALIA: 22 DICEMBRE 1980.

- NEL 2017, IN OCCASIONE DEI 40 ANNI DALLA PUBBLICAZIONE DEL BEST SELLER DI STEPHEN KING DA CUI E' TRATTO, IL FILM TORNA IN SALA NELLA VERSIONE DA 119'.

- PROIEZIONE DI MEZZANOTTE AL 72. FESTIVAL DI CANNES (2019).

CRITICA

"Più che un film dell'orrore, può essere definito un thriller fantastico di parapsicologia, "gotico" e dinamicamente frenetico. Kubrick spinge Nicholson a un istrionismo così forsennato da riuscire sgradevole a molti". (Laura e Morando Morandini, "Telesette")

"Il film preso come spettacolo, colpisce per la sua perfezione e originalità ma lascia anche un po' perplessi per la sua vicinanza con prodotti impostati sull'eccesso di effetti traumatizzanti". ("Segnalazioni cinematografiche")
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy