SCUOLA DI MOSTRI

THE MONSTER SQUAD

USA - 1987
Alcuni ragazzi americani, Sean, Horace, Del, Patrick e Hugh, tutti fanatici di storie horror, hanno formato una "squadra antimostro" proprio quando nella loro cittadina si radunano mostri importanti: il conte Dracula, l'Uomo lupo, la Mummia, il mostro di Frankenstein e quello della Laguna nera, che vogliono impadronirsi di un antico e potente amuleto, nascosto in quella località molti anni prima. Sean, il capo della squadra, ha ricevuto in dono dalla madre un antico libro scritto in tedesco, in cui è riprodotto il famoso amuleto e, fattosi tradurre il testo da un anziano signore tedesco. I ragazzi apprendono che vi è scritta una formula magica, la quale, se pronunciata da una vergine, è capace di distruggere qualunque creatura del Male. Intanto Ely, la deliziosa sorellina di Sean, ha fatto amicizia col mostro di Frankenstein, che, commosso dalla dolcezza della bambina, diventa perciò un prezioso alleato dei ragazzi. Mentre la polizia locale, il cui capo è il padre di Sean, tenta invano di fronteggiare una pericolosa situazione, che non riesce a comprendere, i ragazzi, che hanno conquistato il famoso talismano, si battono coraggiosamente contro le creature diaboliche, che vogliono impossessarsene. Nel momento decisivo, la piccola Ely, con l'aiuto del tedesco, e sempre sotto la vigile protezione del mostro di Frankenstein, recita la formula magica e i nemici vengono sconfitti: Dracula è infilzato col paletto, e l'Uomo lupo è ucciso con una palla d'argento, come prescrivono le regole. Poi le creature del Male sono miracolosamente risucchiate da un enorme turbine, che le trasporta lontano per sempre. Liberata dall'incubo la città, la "squadra antimostro" può godersi il meritato trionfo.
  • Durata: 84'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASY
  • Specifiche tecniche: SCOPE A COLORI
  • Produzione: TAFT ENTERTEINNMENT PICTURES KEITH BARISH PRODUCT.
  • Distribuzione: COLUMBIA TRI STAR FILMS ITALIA (1989) - PANARECORD

CRITICA

Dekker si era già fatto conoscere con "Dimensione terrore", un horror "serio" popolato di zombi. Qui tenta la carta dell'ironia, ma ottiene un risultato puramente accademico. L'idea avrebbe meritato di meglio (Francesco Mininni, Magazine italiano tv) Se si riesce a regredire all'età di 12 anni, ci si può anche divertire. Agli altri non rimane che la nostalgia della buffoneria sempliciotta di Gianni e Pinotto quando Abbott e Costello facevano strani incontri. (Laura e Morando Morandini, Telesette) Si tratta di un horror parodia abbastanza mediocre. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy