Sansone

ITALIA - 1961
Sansone giunge a Sullan, dove regna la regina Mila, senza sapere che quest'ultima è stata imprigionata e sostituita con Romilda da Warkalla, l'infido consigliere. Anche il gigante viene imprigionato, ma riesce a fuggire e si unisce ai ribelli per smascherare Warkalla. Questi, intanto fa torturare Janine, sorella del capo dei ribelli, per indurla a svelare il nascondiglio del fratello; ma poiché ella non parla, la condanna a morte. Sansone riesce a liberarla, ma viene a sua volta ripreso, dopo essere stato drogato. Romilda, segretamente innamorata di lui, gli salva la vita, ma Warkalla lo costringe a battersi con degli altri atleti vigorosi, sperando così di eliminarlo. Ma ancora una volta Sansone vince tutti ed entusiasma il popolo, che si solleva. Warkalla, dopo aver ucciso Romilda, fugge col tesoro, ma viene raggiunto dalla giustizia di Sansone. Rimessa sul trono Mila, l'eroe parte per nuove imprese.

CAST

NOTE

- HA PARTECIPATO IL BALLETTO DEL TEATRO DI ZAGABRIA.

CRITICA

"La serie dei "forti" si allarga. Abbiamo ora Sansone in primo piano e un certo Macigno in sottordine [...]. Fin dalle prime scene del film, non si dubita minimamente del risultato finale dei loro sforzi. [...]. E' arrivato il momento di smetterla con queste storie tanto assurde, o di rinnovarsi scegliendo trame più solide e verosimili." (Amag, "Intermezzo", n. 3/4 del 28/2/1962).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy