RUNAWAY

USA - 1984
Il sergente Ramsay, che è vedovo e vive con il proprio bambino, è uomo energico e coraggioso. A capo di una squadra speciale destinata a neutralizzare gli effetti dei "robot" difettosi, va incontro a varie difficoltà ed a pericoli, in ciò coadiuvato dalla bella agente Karen Thompson. I "robot" sono diffusissimi, negli uffici, nelle campagne e nelle case della gente (anche il sergente ne ha uno, nelle funzioni di tuttofare), ma c'è qualcuno - Luther - che maleficamente trama nell'ombra, per seminare - avvalendosi di essi - il terrore e scatenare una serie di delitti. Non solo Ramsay deve lottare contro i "robot" (detti "runaway"), bensì contro un minuscolo proiettile, un micromissile ideato da Luther che, sparato da una particolare macrorivoltella, insegue e colpisce nell'aria le vittime predestinate, perché attratto dalla loro fonte di calore. Volta a volta, l'agente Karen incontra anch'essa il dannato nemico, con il quale Ramsay ha ormai ingaggiato un duello mortale, dato che Luther gli ha sequestrato il figlio, portandolo con sé al vertice di un edificio, e che renderà solo in cambio dello schema di costruzione del micidiale aggeggio, ora in possesso del sergente. Lotta finale e mozzafiato in mezzo ad ascensori e ragni, tanto d'acciaio quanto assassini, uccisione di Luther trafitto dai suddetti animaletti di una invenzione e felice unione del sergente con la sua graziosa aiutante.
  • Durata: 99'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: SCOPE
  • Tratto da: BASATO SUL TESTO DI MICHAEL CRICHTON
  • Produzione: TRI STAR DELPHI III PRODUCTIONS
  • Distribuzione: CEIAD (1985) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

CRITICA

"Michael Crichton (sì, proprio lui, l'autore di 'Jurassic Park') le spara più grosse delle cannonate che crepitano ad ogni angolo, m non dimentica l'ironia né qualche spolverata di rosa come la casta love-story tra i due agenti, anche se Tom Selleck è meno espressivo di qualsiasi robot. L'assordante musica di contorno piacerà solo all'ex rockstar Gene Simmons". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', gennaio 2002)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy