Rubber

FRANCIA - 2010
Rubber
Un gruppo di spettatori, in mezzo al deserto californiano, assiste incredulo alle avventure di Robert, un pneumatico killer e telepatico, misteriosamente attratto da una bellissima ragazza.
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO, FANTASCIENZA, HORROR
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85)
  • Produzione: REALITISM FILMS IN ASSOCIAZIONE CON ELLE DRIVER, ARTE FRANCE, 1.85 FILMS, BACKUP FILMS & SINDIKA DOKOLO

NOTE

- PRESENTATO IN 'PIAZZA GRANDE' AL 63. FESTIVAL DEL FILM DI LOCARNO (2010).

CRITICA

"Prateria western, motel fatiscenti, pompe di benzina arrugginite, c'è invece un sistema linfatico di cinema (da Corman a Spielberg) nel surreal iperrealistico viaggio del pneumatico omicida di 'Rubber' che, abbandonato nel deserto, osservato a distanza da una dozzina di spettatori col binocolo (la platea), si alza, impara a girare, scopre la sua mortale potenza." (Silvio Danese, 'Giorno- Carlino-Nazione', 10 agosto 2010)

"Il film si intitola 'Rubber', è girato negli States ma batte bandiera francese (guarda caso) ed è uno degli esempi dichiaratamente più non-sense del cinema contemporaneo." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 10 agosto 2010)

"'È la prima volta che al cinema mi identifico con uno pneumatico'. Lo dice un corista (nel senso del coro greco) che sta dentro il film, lo spettatore sottoscrive. (...) Il fuori di testa si chiama Quentin Depieux finora noto come Mr. Oizo (o come colonna sonora di uno spot Levi's). Sulla copertina del cd un peluche giallo e una lametta che gli taglia l'occhio a imitazione del sadismo buñueliano esibito in 'Un Chien Andalou'." (Mariarosa Mancuso, 'Il Foglio', 10 agosto 2010)

"Serata sorprendente in Piazza Grande dove il Festival di Locarno ha presentato lo stravagante thriller horror francese 'Rubber' nel quale il serial killer di turno è un diabolico e telepatico pneumatico che semina morte nel deserto californiano. È possibile realizzare un film su uno pneumatico dai poteri paranormali in grado di uccidere per telecinesi tutti quelli che si oppongono al suo amore per una bella automobilista. (....) 'Rubber' del regista francese Quentin Depieux è dichiaratamente tra il non-sense, lo splatter e il delirante. L'importante è non pretendere di dare un senso al film che, volutamente delirante, è ambientato nel deserto californiano dove degli spettatori increduli assistono alle avventure di uno pneumatico misteriosamente attratto da una splendida ragazza." ('Il Mattino', 9 agosto 2010)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy