RoboCop

USA - 1987
La città di Detroit è alla mercé di bande di drogati, stupratori e assassini. Per porvi rimedio, una società finanziaria, la Cop, produce uno specialissimo robot corazzato, creato per sorvegliare le strade e tutelare i cittadini. Il nuovo robot si preannuncia un grosso affare per la Cop però, proprio mentre il prototipo viene visionato dal Consiglio di Amministrazione cittadino al completo, si inceppa e, per errore, uccide uno dei presenti. Il vice-presidente Jones è rovinato, ma Morton, uno dei dirigenti, ha una soluzione: RoboCop, un robot avveniristico e ultrasicuro in cui è stato innestato il corpo dell'agente Murphy, ucciso da una banda mentre era di pattuglia. Il nuovo robot raccoglie consensi, ma Morton viene eliminato. Quello che Jones e i suoi scagnozzi non hanno calcolato è che RoboCop ha conservato, oltre al volto di Murphy, anche filamenti della sua memoria di poliziotto integerrimo...

CAST

NOTE

- IL FILM E' STATO GIRATO A DALLAS. IL PERSONAGGIO DI ROBOCOP E' STATO CREATO DA ROB BOTTIN. IL ROBOT ED 209 E' INVECE FRUTTO DELLA FANTASIA DI PHIL TIPPETT.

CRITICA

"Nel film contano i particolari sul filo di un'ironia sarcastica e di un catastrofismo sardonico: la soggettiva del robocop che assiste ai festeggiamenti: il duello con robot; l'ossessivo contrappunto dei telegiornali ecc..." (Laura e Morando Morandini, "Telesette")

"Gran successo commerciale di qua e di là dell'oceano: ma è realmente necessario rappresentare la violenza con tanta evidenza senza porsi effettivi intenti critici? La domanda ci sorge spontanea ad ogni nuovo film di Verhoeven, e dunque la risposta è scontata: non è affatto necessario". (Francesco Mininni, "Magazine Italiano tv")
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy