QUEL FENOMENO DI MIO FIGLIO

THAT'S MY BOY

USA - 1951
QUEL FENOMENO DI MIO FIGLIO
Jack Jackson, ex campione di rugby nella squadra universitaria., ha sempre sperato che suo figlio, che porta il suo stesso nome, saprà rendersene degno emulando i trionfi paterni. Purtroppo Jack junior è un ragazzo timido, miope e malaticcio, che sembra soffrire d'un complesso d'inferiorità. Che delusione per il povero padre, sopraffatto dall'amarezza quando pensa che un compagno di Jack, Bill Baker, figlio di un suo dipendente - uomo di meschina costituzione fisica - s'è fatto un vero atleta ed un ottimo giocatore di rugby. Quando i due ragazzi si iscrivono all'Università, Jackson padre paga ben volentieri di tasca sua la retta di Bill Baker, perché faccia da mentore a Jack junior e lo inizi ai misteri del rugby. Da principio le case si mettono male. Nei primi allenamenti Jack fa un'impressione penosa e quando, per desiderio del padre, partecipa ad un incontro con una squadra rivale, il povero ragazzo provoca con la sua balordaggine la sconfitta dei suoi. Jack vorrebbe lasciare la squadra e l'Università, ma Bill lo convince a rimanere e a tentare ancora. In un successivo incontro, Jack riesce infatti a rialzare con una magnifica azione le sorti della propria squadra portandola alla vittoria. II padre è felice: il nome dei Jackson continuerà a figurare degnamente negli annali dell'università.
  • Altri titoli:
    BON SANG NE PEUT MENTIR
  • Durata: 98'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.37)
  • Produzione: HAL B. WALLIS E CY HOWARD PER LA PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: PARAMOUNT

CRITICA

"E' un lavoro modesto, ma ben diretto e recitato, riesce abbstanza interessante." (Segnalazioni cinematografiche, vol. XXXI, 1952)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy