PISTOL OPERA

GIAPPONE - 2001
PISTOL OPERA
Conosciuta negli ambienti della malavita con il soprannome di 'Gatta Randagia', Miyuki Minazuki è un killer fra i più richiesti all'interno della gilda (la corporazione) dei killer professionisti. Nel corso di una missione viene però attaccata a sorpresa dal 'Professore', un killer costretto su una sedia a rotelle. Dopo averlo ucciso, Miyuki si accorge che una bambina, Sayoko, ha assistito a tutta la scena. Mentre Sayoko comincia a comparire ovunque, Miyuki apprende che i killer della gilda stanno combattendosi fra loro per stabilire una nuova supremazia.
  • Durata: 112'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM. (1:1,33) DOLBY SR
  • Produzione: SATORU OGURA E IKKI KATASHIMA PER SHOCHIKU CO.

NOTE

PRESENTATO FUORI CONCORSO ALLA 58MA MOSTRA DI VENEZIA.

CRITICA

Dalle note di regia: "Poichè viviamo in un mondo in cui l'onestà non prevale, viviamo a modo nostro così come ci piace."

"E' un'opera che non vuol dire teatro filmato, piuttosto è costruito su una serie di archetipi, quei riferimenti culturali antichi con cui la tradizione scivola in un sistema visionario di assoluta contemporaneità. Che poi come la struttura dell'opera vuole, siamo fuori dal tempo, nessuna connotazione 'realistica' se non le pistole che accompagnano le sfide dei killer, musicisti e danzatori che inventano l'arte di uccidere come una danza sempre più complessa". (Cristina Piccino, 'Il Manifesto', 5 settembre 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy