Partnerperfetto.com

Must Love Dogs

USA - 2005
Partnerperfetto.com
Sarah, che ha da poco sorpassato i trent'anni, fa la maestra ed è reduce dal divorzio con suo marito, avvenuto otto mesi prima. Le sue sorelle e i suoi amici la spingono a non fossilizzarsi in questa situazione e ad accettare appuntamenti con altri uomini. Nella vita, però, incontrare persone interessanti non è così facile. Sua sorella Carol le consiglia di navigare sul sito perfectmatch.com, inserire il proprio profilo per cercare così, nel minor tempo possibile, un accompagnatore che faccia al caso suo. Alle prese con una realtà a lei sconosciuta, Sarah non sa come presentarsi e quindi, spinta dalla sua amica Dolly, inserisce prima nel proprio profilo, come immagine, una sua foto risalente a parecchi anni prima, poi si diverte ad inventare più profili per apparire ogni volta una donna diversa. Tra appuntamenti fallimentari con uomini che la immaginano più giovane, con il padre neo-divorziato di uno dei suoi allievi e addirittura con il proprio padre vedovo, incontra Jake, attratto dalla frase iniziale della sua presentazione: "L'uomo perfetto deve amare i cani".
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, SENTIMENTALE
  • Tratto da: romanzo di Claire Cook
  • Produzione: UBU PRODUCTIONS, WARNER BROS., TEAM TODD
  • Distribuzione: WARNER BROS. ITALIA
  • Data uscita 21 Ottobre 2005

RECENSIONE

di Valerio Sammarco
Divorziata da qualche mese, Sarah (Diane Lane) - una bella maestra d'asilo - viene rimessa a forza in carreggiata dalle premurose sorelle: a sua insaputa inseriscono il profilo ("Voluttuosa, sensuale, divertente e seducente, cerca un uomo speciale per condividere notti stellate. Deve amare i cani") su un'agenzia d'incontri on-line e, da quel momento, si ritroverà a dover gestire i più disparati appuntamenti. Fino a quando non deciderà di incontrare Jake (John Cusack), costruttore di barche romantico e idealista, coltivando parallelamente il casto corteggiamento del papà (Dermot Mulroney) di uno dei suoi alunni.
Ennesima commediola a suon di sentimentali equivoci, già assaporata in tutte le salse possibili, PartnerPerfetto.com - seconda regia dello sceneggiatore televisivo e produttore Gary David Goldberg (ventisei anni fa girò Dad - Papà) - riesce comunque a sopperire con sprazzi d'umorismo verace ai suoi evidenti limiti: dalla smaliziata e combattiva  Elizabeth Perkins, sorella invadente ma sagace, al monumentale Christopher Plummer, babbo attempato ma con ancora parecchie cartucce da sparare (al punto di frequentare, contemporaneamente, tre signore), la spaesata Sarah è costantemente circondata, oberata di consigli e ancor più indecisa sul da farsi. Modesto, ma obiettivamente onesto, il film sfrutta tutto il talento dei suoi protagonisti per arrivare, sano e salvo, ai simpatici titoli di coda dove, fra imbarazzi e mal celate amnesie, ogni coppia cerca di ricordare il primo incontro. Destinazione Home-Video.

NOTE

- IL CANE 'MADRE TERESA' E' STATO SCELTO TRA UNA CUCCIOLATA DI SEI MESI DI NEWFOUNDLAND, E SI CHIAMA MOLLY, MENTRE LA SUA CONTROFIGURA NELLE SCENE ACQUATICHE SI CHIAMA MAEVE. IL REGISTA LI HA ADOTTATI ENTRAMBI ALLA FINE DELLE RIPRESE DEL FILM.

CRITICA

"Certo, 'Partner Perfetto.com' ('Must Love Dogs') di Gary David Goldberg è un commedia che si srotola declinando gli uomini che rispondono al messaggio. E, in questo, il film non inventa niente di nuovo. Ma è straordinariamente ben scritto. Goldberg, d'altronde, è uno specialista dei sentimenti (la crescita, l'innamoramento, le separazioni, la voglia di ricominciare), ma ha sempre badato bene a non scivolare nel sentimentalismo. 'Partner Perfetto.com', infatti, fotografa con attenzione il clima di guerra fra uomini e donne dei nostri tempi, ma fa soprattutto ridere. E, senza tralasciare di mettere in luce il disincanto sessuale, ricorda come la promiscuità abbia comunque bisogno di regole ferree. Eppure, scherzando scherzando, Goldberg ci parla fondamentalmente d'amore. Attraverso Jake Anderson (John Cusack), un idealista che misura il romanticismo con il metro del 'Dottor Zivago' e dicendoci che smettere di innamorarsi non è mai una buona idea, anche se 'l'universo è stato creato solo per spezzare cuori'. Magistrale l'interpretazione di Stockard Channing, nei panni di una delle fiamme del padre vedovo." (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 21 ottobre 2005)

"Alla lontana, questa spiritosa commedia per single è figlia di 'Scrivimi fermo posta' di Lubitsch, ma Goldberg, autore dai molti premi Emmy, specialista in dilemmi casalinghi, va su internet. E racconta come una maestrina divisa, con la famiglia che fa squadra, dal papà seduttore alle sorelle, si rimetta in gioco con annunci sui siti per cuori solitari. Veloce sbaglio col piacente papi di un bambino, poi ecco il best romantico su piazza, l' inventore John Cusack che ragiona sul metro del 'Dottor Zivago'. Scritto dal regista con vena di humour e pieno di understatement come ai bei tempi della commedia sofisticata, il film, cui non manca la coppia gay, non chiede la luna ma, come divertimento intelligente, è una sorpresa: la più velenosa commedia Usa di oggi sugli affetti di famiglia. Plummer è un nonno, Diane Lane una zia; Stockard Channing nel limbo, ma sempre tanto simpatica." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 21 ottobre 2005)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy