NOTTE DI FORTUNA

ITALIA - 1941
Il commesso di un farmacista di provincia è invitato a San Remo da uno stravagante milionario. Il commesso, attratto dalla speranza di fare fortuna, abbandona la farmacia e, giunto in Riviera, può in una notte guadagnare al giuoco una somma favolosa. Per soddisfare pero le richieste di una donna, ivi incontrata, continua a giuocare e perde tutto. Di ritorno in paese egli è accolto trionfalmente dai suoi concittadini, che hanno saputo dai giornali delle sue straordinarie vincite. Giunge anche la donna da lui conosciuta a S. Remo, la quale gli reca una collana di perle che il commesso aveva acquistato durante la sua fortuna al giuoco: E' un piccolo capitale che consentirà ai due di sposarsi e di sistemarsi convenientemente.

CAST

NOTE

LUNGHEZZA 2350 METRI

- FREDA NON ACCREDITA LA SUA COLLABORAZIONE ALLA SCENEGGIATURA.

- SECONDO PEPPINO DE FILIPPO IL FILM FU TERMINATO DALLO STESSO DIRETTORE DELLE LUCI UGO LOMBARDI, PERCHE' MATARAZZO ABBANDONO' AD UN DATO MOMENTO IL SET.

CRITICA

."Comica farsetta, piuttosto ingenuamente immaginata. (...) con Peppino De Filippo che si dà da fare ed è spesso divertente, ma lo sarebbe stato molto di più se, rinunciando a certe intenzioni charlottiane male espresse, si fosse semplicemente attenuto a quel casalingo e strapaesano realismo che, almeno al cinema, è la sua vera strada. Matarazzo ha diretto alla meglio, arrabattandosi entro i limiti di una produzione affrettata. (...) ". (F. Sacchi, " Corriere della Sera", del 1.06.1941
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy