Nilde Iotti, il tempo delle donne

ITALIA - 2020
3/5
Nilde Iotti, il tempo delle donne
Attraverso immagini di repertorio, testimonianze di chi l'ha conosciuta, la vicenda umana e politica di Nilde Iotti si allontana dal sentiero biografico e penetra nel vivo delle nostre esistenze, oggi rese migliori dal suo coraggio che scardinò tabù ed emancipò la società civile italiana. Come se l'appassionante storia di Nilde appartenesse a tutti noi. Un viaggio in compagnia di un'anima nobile, una figura scomoda ed emblematica del Novecento che ha segnato le tappe di una crescita collettiva e scandito il tempo delle donne.
  • Durata: 80'
  • Colore: B/N-C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Specifiche tecniche: DCP
  • Produzione: MARIO MAZZAROTTO PER MOVIMENTO FILM E GANESH PRODUZIONI
  • Distribuzione: I WONDER PICTURES E UNIPOL BIOGRAFILM COLLECTION
  • Data uscita 26 Aprile 2021

TRAILER

RECENSIONE

di Lorenzo Ciofani

Tra gli illustri centenari di quest’anno c’è anche quello della nascita di Nilde Iotti, giustamente ricordata e celebrata da questo documentario di Peter Marcias di solida vocazione didattica.

Prima donna eletta presidente della Camera dei deputati, che ha diretto per undici anni con fermezza e competenza eternamente rimpiante, Iotti viene raccontata seguendo le norme classiche del documentario biografico: testimonianze di chi la conosceva bene, contributi di studiosi e osservatori, materiali di repertorio, ricostruzione.

Quest’ultima è affidata a Paola Cortellesi, chiamata a dare voce alle parole di Iotti senza investimenti mimetici, portando in dote carisma e sicura passione nel rievocare una figura tanto decisiva per la storia italiana. Nilde Iotti, il tempo delle donne segue il percorso esistenziale e politico dell’icona comunista collocandone la figura all’interno di un discorso più ampio sulla battaglia per il riconoscimento delle donne in una società che relegava l’universo femminile al focolare domestico e alla subordinazione rispetto al maschile.

Pioniera e punto di riferimento per più di una generazione, Iotti non viene semplicemente celebrata per ciò che ha fatto nella sua attività politica. Elemento di indubbio interesse sta, infatti, nel coinvolgimento di “voci fuori dal coro”, come la radicale Edda Billi, che pur dimostrando stima verso Iotti ne mette in evidenza limiti e problematiche.

Testimonianze del genere tolgono al film una patina agiografica che è tuttavia garantita in particolare dagli interventi più “alti”, cioè il presidente emerito Giorgio Napolitano e quello in carica Sergio Mattarella, di una sincerità emotiva pari al dovere istituzionale di onorare la memoria di una donna che in tanti avrebbero voluto al Quirinale. Più autentiche le interviste alle amiche d’infanzia, fiere e commosse.

NOTE

- REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DI: MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI - DIREZIONE GENERALE CINEMA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, EMILIA-ROMAGNA FILM COMMISSION, FONDAZIONE SARDEGNA FILM COMMISSION, REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA, FONDO FILMING CAGLIARI - COMUNE DI CAGLIARI, BPER BANCA; IN COLLABORAZIONE CON: AAMOD, SOCIETA' UMANITARIA CINETECA SARDA, SKY ARTE.

- PRESENTATO ALLA 17. EDIZIONE DELLE 'GIORNATE DEGLI AUTORI' NELLA SEZIONE 'NOTTI VENEZIANE - L'ISOLA DEGLI AUTORI' (VENEZIA, 2020).

- USCITA PREVISTA 9 NOVEMBRE (2020) SOSPESA PER CHIUSURE CINEMA CAUSA COVID.

- DISPONIBILE SULLA PIATTAFORMA MIOCINEMA DAL 15 FEBBRAIO 2021, DAL 10 APRILE SU SKY ARTE.

- NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE IL 26 APRILE, A PARTIRE DAL CITYLIFE ANTEO, A MILANO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy