Monster Hunter

USA, GERMANIA - 2021
2,5/5
Monster Hunter
Un'inaspettata tempesta di sabbia trasporta il capitano Artemis e la sua unità in un nuovo mondo. I soldati ben presto scoprono che l'ambiente ostile e sconosciuto ospita mostri enormi e terrificanti, che non possono essere sconfitti dalla loro potenza di fuoco. Durante la disperata battaglia per la sopravvivenza, l'unità entra in contatto con il misterioso Cacciatore, le cui abilità gli permettono di stare un passo avanti rispetto alle potenti creature. Mentre Artemis e il Cacciatore iniziano lentamente a fidarsi l'una dell'altro, si scopre che quest'ultimo fa parte di una squadra guidata dall'Ammiraglio. Il gruppo di coraggiosi guerrieri decide quindi di unire le loro abilità per affrontare la resa dei conti finale contro un pericolo così grave che minaccia di distruggere il loro mondo.
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, FANTASY
  • Tratto da: personaggi dei videogame creati da Kaname Fujioka
  • Produzione: PAUL W.S. ANDERSON, JEREMY BOLT, ROBERT KULZER, MARTIN MOSZKOWICZ, DENNIS BERARDI PER CONSTANTIN FILM, IMPACT PICTURES, CAPCOM COMPANY, TENCENT PICTURES, TOHO COMPANY
  • Distribuzione: WARNER BROS. PICTURES ITALIA

TRAILER

RECENSIONE

di Claudia Chieppa

Dopo una sinistra tempesta di sabbia il Capitano Artemis (Milla Jovovich) e la sua unità (TI Harris, Meagan Good, Diego Boneta), vengono catapultati in un mondo parallelo dove per sopravvivere sono costretti a combattere contro mostri terrificanti.

Artemis incontrerà, nel disperato tentativo di ritornare nel suo mondo, il misterioso Hunter (Tony Jaa) – un membro dell’equipaggio dell’Ammiraglio (Ron Perlman) – disperso durante una missione.

I due impareranno poco a poco a fidarsi l’uno dell’altro e si alleeranno per sfidare i mostri del nuovo mondo.

Paul W. S. Anderson torna a dirigere la moglie, Milla Jovovich, nell’adattamento cinematografico di un videogioco della Capcom dopo la fortunata serie di Resident Evil.

Il risultato è un action movie che unisce sequenze d’azione interminabili a vari jumpscare al momento dello scontro con i mostri spaventosi del nuovo mondo. 

I dialoghi e la trama sono ridotti all’osso, così come l’introspezione psicologica dei protagonisti. La narrazione procede piatta, senza particolari colpi di scena.

L’andamento della trama è prevedibile fin dall’inizio, bisogna solo attendere che si esauriscano le varie scene di combattimento tra i protagonisti e gli imponenti mostri in CGI, che a tratti riescono ad essere persino coinvolgenti.

Inoltre, il film incappa in uno dei principali problemi delle trasposizioni cinematografiche di videogiochi fantasy, ovvero i protagonisti sembrano dei cosplayer inverosimili bardati con armature e spadoni.

L’effetto è ancora più amplificato grazie al passaggio dall’ambientazione verosimile del “nostro” mondo a quella fantastica del mondo parallelo.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy