MEGLIO MORTO CHE VIVO

MORE DEAD THAN ALIVE

USA - 1969
MEGLIO MORTO CHE VIVO
"Killer", Cain, condannato a diciotto anni di reclusione per aver ucciso, come sicario, sette persone, viene amnistiato per buona condotta e anche perché, durante un tentativo di evasione in massa, si è rifiutato di lasciare il carcere, considerando giusto scontare la pena fino in fondo. Poiché, per via del suo passato, gli è molto difficile trovare lavoro, Cain accetta di esibirsi al tiro a segno nel baraccone del vecchio Dan Ruffalo, suscitando così l'invidia del giovane Billy, esperto, tiratore e, fino ad allora, numero uno dello spettacolo. Dopo qualche tempo, stanco delle provocazioni di questi ma ben deciso a non ricorrere più alla violenza Cain, pur guadagnando bene, abbandona Ruffalo e, ritrovata Monica, una giovane pittrice conosciuta a Las Rinas (la quale a suo tempo, gli aveva offerto aiuto e consigli) decide di dedicarsi all'allevamento del bestiame. Per questo, però, occorrono capitali, ma le banche gioielli negano e il suo amor proprio gli impedisce di accettarli dalla stessa Monica. Non restandogli altra soluzione per procurarseli; Cain torna a lavorare con Ruffalo. Di nuovo retrocesso a numero due, Billy uccide il vecchio, e lo depreda di tutti i suoi soldi, ma viene a sua volta ammazzato da un fuorilegge, Luke. Catturato quest'ultimo, Cain lo consegna alla giustizia, raggiunge Monica, la sposa e si dedica al suo nuovo lavoro di allevatore. Un giorno, giunge al ranch un uomo, il quale si finge avvocato ma che è in realtà il figlio di una delle vittime del "killer" deciso a vendicarsi: sparandogli subdolamente, questi uccide Cain.
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR
  • Produzione: AUBREY SCHENCK
  • Distribuzione: DEAR UA
  • Vietato 14
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy