MANONE IL LADRONE

ITALIA - 1974
MANONE IL LADRONE
Manone, aspirante ladro, gigante dal cuore buono, vive col nipotino Calimero e non ha soldi per sfamarlo. Il ragazzo escogita un sistema per far soldi, finge di essere maltrattato e grida aiuto; la gente accorre e Calimero con abilità, approfittando della confusione sottrae il denaro dalle tasche dei presenti. Manone e nipote possono così permettersi di recarsi al ristorante. Qui fanno conoscenza con un gruppo di ladri e assieme si recano da uno strano professore, che dà loro istruzioni per una rapina. Il giorno fissato per la rapina, Manone e i suoi entrano in azione forniti di scale e biciclette, ma il colpo fallisce per aver azionato erroneamente il campanello di allarme. Tutti fuggono. Manone e il nipote si allontanano su un furgoncino rubato a un'altra banda di rapinatori. Scoperti da questi su un barcone del Tevere dove hanno trascorso la notte, Manone e Calimero fuggono ancora una volta, rifugiandosi in una Chiesa. I compagni li raggiungono e prospettano un grande furto nei locali della Standa. Mentre sono all'opera per realizzare la rapina, penetrano nei locali del grande magazzino, travestiti da poliziotti, anche gli uomini della banda avversa. Nella colluttazione questi ultimi vengono decimati da Manone e i suoi uomini. L'intervento della vera polizia fa risolvere tutto in un brindisi e in piena allegria natalizia. Manone e Calimero si sono salvati per l'intervento di Rosina, una comprensiva assistente di polizia.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy