Lo spettro

ITALIA - 1963
Lo spettro
Dopo aver avvelenato il marito con l'aiuto del suo amante, il dottor Charles Livingstone, la giovane e avvenente signora Margaret Hichcock cerca di entrare in possesso del forziere in cui sono nascosti tutti gli averi della vittima. La ricerca si rivela però infruttuosa e le continue apparizioni dello spettro di John spaventano l'amante, spingendolo alla fuga. E' in questo momento che la verità inizierà a venire fuori...
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR
  • Produzione: LOUIS MANN [ERMANNO DONATI E LUIGI CARPENTIERI] PER PANDA CINEMATOGRAFICA
  • Distribuzione: DE LAURENTIIS
  • Vietato 18

CRITICA

"Manca in Italia una tradizione di letteratura come di cinema 'nero', ma qualche risultato in questo genere (...) lo si è avuto, prima con 'La maschera del demonio', ora con questo accuratissimo 'Spettro' (...). Freda si è cimentato nella storia (...) con una spregiudicatezza che nasce appunto dalla mancanza di una tradizione nostra (...). I personaggi non sono (...) eroi e vittime (...) buoni e cattivi, e la lotta non è più (...) tra il bene e il male (...). Qui il contrasto è tra personaggi tutti malvagi, tutti egualmente diabolici". ("Nuovo Spettatore Cinematografico", 4, agosto 1963)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy