LE BAMBOLE DEL DESIDERIO

THE STRANGLER

USA - 1963
LE BAMBOLE DEL DESIDERIO
Una giovane ragazza, ex infermiera dell'ospedale della città, viene trovata strangolata nella sua camera. E' l'ottava vittima dello "Strangolatore", un individuo che la polizia ancora non riesce ad identificare. L'assassino è Leo Kroll, un giovane alto e grosso, impiegato come analista in un laboratorio, succube della madre, paralizzata e ricoverata in ospedale, che ossessiona il figlio con il suo esasperato amore possessivo. Leo, timido e introverso, quando può, evita di fare visita alla madre e passa il suo tempo libero in una sala giochi, dove lavora una ragazza che gli piace, a cui reclama le sue vincite che consistono in bambole. Un giorno Leo viene a sapere dalla madre stessa che l'infermiera di turno, Clara, le ha salvato la vita dopo un attacco di cuore. E' l'occasione per colpire di nuovo e Leo penetra in casa dell'infermiera, uccidendola. Una bambola da lui lasciata inavvertitamente sul luogo del delitto colpisce l'ispettore di polizia che indaga su di lui. Un agente che si occupa delle ricerche giunge fino allo stand dove Leo è solito chiedere come premio le bambole e l'assassino, sospettando che la ragazza di turno quel giorno abbia detto qualcosa, la uccide la sera stessa. Dopo aver rivelato alla madre dell'omicidio di Clara, la donna muore per lo shock e Leo si dichiara alla ragazza della sala giochi, chiedendole di sposarlo. La giovane, colta alla sprovvista, rifiuta e Leo si offende. La reazione colpisce la ragazza, che ne parla alla polizia, la quale attraverso un identikit riconosce Leo, già interrogato precedentemente. Leo, introdottosi in casa della ragazza, viene sorpreso mentre sta per compiere l'ennesimo delitto e ucciso.
  • Durata: 102'
  • Colore: B/N
  • Genere: THRILLER
  • Produzione: ALLIED ARTISTS PICTURES CORPORATION
  • Distribuzione: ALLIED INTERNATIONAL FILM
  • Vietato 14
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy