LA SPIA CHE VIDE IL SUO CADAVERE

THE GROUNDSTAR CONSPIRACY

USA - 1972
LA SPIA CHE VIDE IL SUO CADAVERE
Un'improvvisa esplosione, in un centro aereospaziale americano, provoca la morte dei sei tecnici e fa scoprire la presenza di una spia: è una giovane, il cui volto è rimasto orrendamente sfigurato. Raccolto in casa di una donna, Nicole Devon, presso cui s'era rifugiato, costui viene consegnato nelle mani del capitano Tuxan, del servizio segreto. L'agente - dopo l'accurato "restauro" dei chirurgi - individua nel giovane un certo John Welles: vuole sapere per conto di chi avesse sottratto dal centro esploso una preziosa bobina, ma la spia, nei cui sogni ricorrono un tempio greco e il corpo di una giovane che annega, non ricorda nulla. Qualche tempo dopo, Welles evade e si nasconde in casa della Devon. La sua fuga, in realtà, fa parte dei calcoli di Tuxan e porta il capitano a scoprire, come sperava, i mandanti di John. Nella mente di Welles, tutt'ora in preda all'amnesia e sconcertato dai fatti di cui è vittima, si fa strada però il bisogno di sapere, da una registrazione telefonica, di essere stato privato della memoria proprio per ordine di Tuxan. Affrontato quest'ultimo con la pistola in mano, John apprende che il vero Welles è morto nella esplosione e che egli, divenuto un oggetto nelle mani di Tuxan per consentirgli di smascherare le vere spie, è in effetti un giovane greco che, mortagli la fidanzata, s'era offerto per una missione speciale e a cui, con un'operazione di chirurgia plastica, era stato dato il volto del vero Welles. Forte è allora in lui la tentazione di uccidere Tuxan, ma infine ha la meglio il pensiero della nuova vita che lo attende al fianco di Nicole.
  • Durata: 99'
  • Colore: C
  • Genere: SPIONAGGIO
  • Specifiche tecniche: CINESCOPE TECHNICOLOR
  • Tratto da: ROMANZO "THE ALIEN" DI LESLIE P. DAVIES
  • Produzione: TREVOR WALLACE
  • Distribuzione: CIC
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy