LA SIGNORA PARADISO

ITALIA - 1934
Un sordido usuraio, che vive speculando sulle altrui disgrazie, ed ha in tal modo accumulato un'ingente ricchezza, vede capitare una sera d'inverno nel suo covo una povera fanciulla. L'accoglie e sente vicino alla di lei giovinezza trasformare il proprio cuore rapace. Comincia per lei a spendere quell'oro che aveva sempre e solamente accumulato e la circonda di ogni agio. Ma la fanciulla s'innamora ed è riamata da un simpatico giovane. Il vecchio venuto a conoscenza di ciò, sente accendersi un'improvvisa quanto senile gelosia e per non perdere la compagnia della ragazza attira il giovane in un tranello che lo costringe a scegliere tra l'abbandono della ragazza o una infamante denuncia. Ma la fanciulla scopre in tempo i nascosti disegni del suo vecchio benefattore, fugge dalla casa che l'accolse nel fasto di una ricchezza opulenta per raggiungere il suo innamorato e seguirne le sorti. Il vecchio riesce a sorprendere la coppia e nel tentare invano di trattenere con sé la fanciulla, può misurare tutta la profondità dell'amore che unisce i giovani. Dinnanzi all'evidenza di questo sentimento, abbandona la partita e ritorna solo alle sue ricchezze inutili.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy