La signora delle camelie

ITALIA - 1947
Intorno al 1840, Alfonsina Du Plessis vive a Parigi ed è una mondana alla moda. Bellissima, la nobiltà dell'aspetto e la distinzione delle maniere la distinguono dalla folla delle sue colleghe. Ha per amanti gli uomini più ricchi e più in vista di Parigi e passa con indifferenza da un amante all'altro. Vive come principessa: ma non aveva mai amato. Una sera, ad una festa, conobbe Alfredo, giovane non ancora corrotto dal mondo, che seppe parlarle il linguaggio della passione. Fu un colpo di fulmine: i due giovani andarono a vivere in campagna, per nascondere agli occhi del mondo la loro felicità. Dopo qualche mese, il padre di Alfredo, preoccupato per l'avvenire del figlio, intervenne presso Alfonsina, supplicandola di lasciar libero l'amante. Alfonsina, che amava veramente, si lasciò persuadere, e scrisse ad Alfredo di aver deciso di rompere la relazione. Alfredo, credendosi tradito, per vendicarsi la insultò durante una festa. Alfonsina cercò di stordirsi, gettandosi nel vortice dei piaceri; ma le emozioni e il dolore per il distacco dall'amato, finirono di logorare la sua salute, ed essa morì tisica pochi mesi più tardi, dopo essersi riconciliata con Alfredo.

CAST

NOTE

- CAST VOCALE PER IL SONORO: ONELIA FINESCHI (VIOLETTA) E TITO GOBBI (GERMONT).

- USCITO A PARIGI IL 7 MARZO 1951 (85') E IN GRAN bRETAGNA NEL 1959 (82').
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy