La ragazza di nome Giulio

ITALIA, FRANCIA - 1970
Una ragazza, che in memoria del padre porta il suo nome maschile, Giulio, vive a Venezia con la madre, una donna ricca, fatua, incomprensiva. Da adolescente, ha avuto un'esperienza omosessuale con la governante, Lia, che le ha anche insegnato a odiare gli uomini, da considerare esseri animaleschi, dai quali a una donna non può venire che male. Col passare degli anni la ragazza, che è riuscita a sottrarsi a quel legame morboso, si fidanza con Lorenzo, un timido studente universitario che le ha promesso fedeltà e sicurezza. Poiché però vuole provare ad avere un rapporto sessuale con un uomo, sceglie, per la sua prima esperienza, Amerigo, un giovane meccanico fidanzato con la sua cameriera ma, durante questo incontro, si accorge di essere sessualmente incapace d'amare. Passa in seguito tra le braccia di uomini sempre diversi e comprende di essere condannata a non diventare mai pienamente donna per cui, dopo aver tentato un inutile intervento chirurgico, si sfoga sanguinosamente contro l'ultimo dei suoi occasionali compagni.
  • Altri titoli:
    A Girl Called Jules
    Model Love
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: TECHNISCOPE TECHNICOLOR
  • Tratto da: romanzo omonimo di Milena Milani
  • Produzione: FRANCESCO MAZZEI PER JULIA FILM
  • Distribuzione: PAC - CD VIDEOSUONO
  • Vietato 14

NOTE

- REVISIONE MINISTERO DICEMBRE 1995

CRITICA

"Un film tecnicamente accurato, anche se di puro mestiere, in cui, tuttavia, manca una reale introspezione del personaggio, un'esposizione non soltanto illustrativa del suo trauma psichico." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 70, 1971)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy