La prima vacanza non si scorda mai

Premières vacances

FRANCIA - 2019
3/5
La prima vacanza non si scorda mai
Marion e Ben hanno trent'anni, vivono a Parigi, e si conoscono su Tinder, l'app di incontri. Lei è intrepida e ama l'avventura, lui è ordinato e ipocondriaco. Ma gli opposti si attraggono e, dopo una notte di sesso sfrenato, decidono di trascorrere insieme le loro vacanze estive: a metà strada tra le loro destinazioni da sogno (Beirut per Marion, Biarritz per Ben) finiranno per ritrovarsi... in Bulgaria. Tra ostelli hippy, spiagge affollate e sport estremi, il viaggio di Marion e Ben si trasformerà in un'avventura on the road rocambolesca e bizzarra, un'esperienza indimenticabile nel bene... e nel male.
  • Altri titoli:
    Our happy holiday
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: (1:2.35)
  • Produzione: MICHAEL GENTILE PER THE FILM, IN COPRODUZIONE CON - NJJ ENTERTAINMENT, LE PACTE, C8 FILMS
  • Distribuzione: I WONDER PICTURES
  • Data uscita 20 Giugno 2019

TRAILER

RECENSIONE

di Andrea Giovalè
Cosa succede a una coppia quando progetta un viaggio insieme? Il film di Patrick Cassir, con Camille Chamoux e Jonathan Cohen decide di dipingere l’anti-stereotipo. Mette una coppia appena conosciutasi su Tinder nella situazione di andare, subito, in vacanza insieme. Lei, una fumettista pronta a tutto, cittadina del mondo e avventurosa nel midollo.

Lui, topo di città, abitante di un rigido, preciso e organizzato sistema di abitudini e piccole paranoie. Agli antipodi, decidono un po’ troppo bruscamente, dato che sembrano intendersela, di partire per la Bulgaria, a metà strada tra i loro due viaggi pre-programmati (rispettivamente, Beirut e Biarritz).

Comincia così un’odissea di dolci imbarazzi e risate sincere, attraverso cui la neo-coppia si confronta con il ribaltamento dei cliché sentimentali, risultandone paradossalmente rinforzata. Come in ogni film che si rispetti, tuttavia, arriva anche il momento del conflitto, proprio quando il peggio sembra passato.

La discussione, nella relazione tra esseri umani, pare inevitabile e lo scontro è aspro e profondo, crudele: risalta azzeccatamente nel contesto ironico e, fino a quel momento, molto leggero.

vacanza

Quel che manca, invece, è una risoluzione all’altezza. Il finale è facilitato da una serie di piccoli strumenti astuti, che rendono il compromesso l’opzione conveniente, più che quella giusta. Non è cosa nuova per le commedie romantiche, cionondimeno rappresenta una lieve stonatura.

Oltretutto, pendente soprattutto dal versante femminile, che raramente al cinema vede le proprie cicatrici davvero sanate, prima di decidere di dare al cuore un’altra chance.

Resta un divertente esperimento, discretamente originale, sulla risata e il sentimento. Accettata la premessa un po’ forzata e la conclusione un po’ accomodante, è una pellicola fresca e godibile, le cui gag dipingono due caratteri all’opposto costretti (per loro stessa scelta) a smussare i propri angoli. Smussate anche quelli del film, e ne uscirete soddisfatti.

NOTE

- REALIZZATO CON LA PARTECIPAZIONE DI - CANAL+, CINÉ+, C8 .

CRITICA

"(...) 'La prima vacanza non si scorda mai' sembra un happy hour lungo e insapore, con due personaggi che fanno gli sbruffoni con i caratteri, ci si allungano dentro in modo insopportabile senza neppure riuscire nella parodia dei piccoli borghesi in tour.(...)." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 20 giugno 2019)

"(...) Piacevole commedia estiva che, pur non raccontando nulla di nuovo, è garbata e simpatica, sfruttando al meglio l'affiatata coppia di protagonisti. Scommettiamo sul solito remake italiano?" (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 20 giugno 2019)

"(...) Spiacerà anzi deluderà fortemente quegli spettatori (meglio le spettatrici) che ormai le commedie francesi le prendono a scatola chiusa. Ma qui le occasioni di divertimento sono scarse e sparpagliate. E Camille Chamoux non va ad aggiungersi alla schiera (ormai folta) delle belle primedonne di Francia." (Giorgio Carbone, 'Libero Quotidiano', 20 giugno 2019)

"(...) Opera prima di Patrick Cassir, bravo a non eccedere mai nelle caratterizzazioni dei personaggi, 'La prima vacanza non si scorda mai' è una piacevole commedia romantica che mette a nudo entusiasmi e nevrosi di una neocoppia in cui ognuno dei due è costretto a fare i conti con le rispettive paure e fragilità, diffidenze e difficoltà nel credere davvero in un nuovo amore." (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 21 giugno 2019)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy