La prigione

Fängelse

SVEZIA - 1948
La prigione
In uno studio cinematografico il regista Martin riceve la visita del prof. Paul che gli propone un film su questo tema: l'inferno è su questa terra e il diavolo comanda il mondo, per cui l'alternativa è o la Chiesa o il suicidio. L'idea viene accolta un po' per scherzo e Martin la racconta a Thomas, scrittore-giornalista, che gli propone invece un film sulla storia di Brigitta, prostituta 17enne che ha conosciuto per un'inchiesta. Brigitta, succuba del fidanzato Peter, si lascia strappare il figlioletto che lo stesso Peter e la sorella Linnea uccidono. Thomas, dopo avere tentato di uccidere la moglie Sophie e di suicidarsi, incontra Brigitta e vive con lei, mentre Sophie viene accolta dal regista Martin. Ma Brigitta, tormentata dal ricordo del proprio bambino, abbandona Thomas e torna dagli assassini; quindi si uccide in una cantina. Thomas, tornato da Sophie, spera di potere ricostruire con lei una nuova vita. Quando nello studio cinematografico Martin, Thomas e un attore si ritrovano, giunge ancora il prof. Paul che spiega non essere possibile fare il progettato film poichè sarebbe un grosso punto di domanda al quale solo la fede in Dio potrebbe rispondere; ma Dio è stato ucciso o messo a tacere!
  • Altri titoli:
    Prison
    The Devil's Wanton
  • Durata: 83'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: LORENS MARMSTEDT PER TERRAFILM
  • Distribuzione: RRC FICHERA (1978)
  • Vietato 14

NOTE

- PRIMA PROIEZIONE 19 MARZO 1949.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy