La notte brava del soldato Jonathan

The Beguiled

USA - 1971
La notte brava del soldato Jonathan
Durante la guerra di Secessione, un caporale nordista, Jonathan McBurney, ferito e abbandonato in territorio nemico, viene raccolto da una bambina, Emily, ospite di un collegio per fanciulle diretto da miss Martha, un'abile, autoritaria zitella. Ricoverato nel collegio stesso, Jonathan - che ha perso molto sangue da una gamba e ha le mani ustionate - viene curato, ben sapendo però che, una volta guarito, dovrà essere consegnato ai sudisti come prigioniero di guerra. La minaccia, tuttavia, non verrà attuata, poiché McBurney, unico uomo della casa e per di più giovane e bello, ha attirato le simpatie di quasi tutte le sue ospiti: dalla bambina che l'ha salvato alla stessa Martha; da Edwina, l'insegnante di francese, a Carol, una sensuale diciassettenne che lo invita nottetempo nella propria camera. Qui Jonathan - che ha promesso amore sia a Martha che a Edwina - viene sorpreso da quest'ultima che in un accesso d'odio e di gelosia lo fa precipitare giù dalle scale. Altrettanto inasprita, ma senza darlo a vedere, è Martha che, col pretesto di impedire che la gamba di Jonathan - fratturatasi nella caduta - vada in cancrena, si vendica amputandogliela. Al risveglio, McBurney, fuori di sé, diventa minaccioso; vuol rifarsi di quel che gli è accaduto imponendo a tutte la propria autorità. Col pretesto di volersi riappacificare con lui, allora Martha lo invita a pranzo e...
  • Altri titoli:
    Betrogen
    Les proies
    El seductor
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, WESTERN
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, 35 MM (EASTMAN 100T 5254), 35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR
  • Tratto da: romanzo "The Beguiled" di Thomas Cullinam
  • Produzione: DONALD SIEGEL PER MALPASO COMPANY PICTURES
  • Distribuzione: UNIVERSAL

NOTE

- CLINT EASTWOOD FIGURA ANCHE COME PRODUTTORE ESECUTIVO.

- REVISIONE MINISTERO MARZO/APRILE 2002.

CRITICA

"Un film realizzato con consumato mestiere, eccellente da un punto di vista figurativo, e ottimamente interpretato. Nel creare un'atmosfera densa di suspense, il regista ha tuttavia ecceduto nella ricerca dell'effetto e delle emozioni morbose." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 71, 1971)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy