LA MIA CANZONE AL VENTO

ITALIA - 1939
Una lotteria di beneficenza comprende, tra i suoi premi, il diritto per il vincitore ad ospitare per ventiquattro ore in casa propria il celeberrimo tenore Tanzi. La figlia di un ricchissimo industriale, desiderosa da tempo di poter conoscere personalmente il grande cantante, fa acquistare dal padre quasi tutti i biglietti della lotteria. Ciò non toglie che proprio quello relativo al premio originalissimo sfugga all'incetta. E' il capo stazione di un paesello sperduto nella campagna che dovrà ospitare l'illustre artista. L'industriale, sospinto dalla figlia, si reca sul posto per acquistare a qualunque prezzo il biglietto vincente. Il paesino, che non vuol perdere un'occasione quasi storica, si consorzia per resistere alle offerte del riccone. Intanto il tenore, per conoscere la propria sorte, visita in incognito il capo stazione ed ha modo di apprezzarne la graziosa figliola. Quando due giorni dopo ritorna in forma ufficiale, egli scopre che l'interessamento da costei dimostrato per il divo dell'arte lirica, è mosso soltanto dal desiderio di ottenere aiuti per la carriera del proprio fidanzato che è compositore di musica. Per quanto deluso nel suo segreto orgoglio, l'artista si presta volentieri a cooperare alla felicità dei due promessi sposi.

CAST

NOTE

- FRA GLI INTERPRETI IL SOPRANO COVEZZI

- MUSICA CON IL COMMENTO DI ARMANDO FRAGNA E DIRETTE DA FRAGNA STESSO, DA LUIGI RICCI E DA UGO GIACOMOZZI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy