LA CORTIGIANA DI BABILONIA

ITALIA - 1955
Amal, giovane capo dei Caldei, fugge nel deserto per non sottomettersi a Re Assur, che con la violenza s'è impadronito di Babilonia. Inseguito e ferito dalle guardie del Re, Amal è assistito e guarito da Semiramide, una giovane, che vive sola in una misera capanna. Amal e Semiramide, uniti da reciproco affetto, vivono felici fino al giorno in cui Bolgias, capo delle guardie reali, scopre il loro nascondiglio. Amal riesce a fuggire, mentre Semiramide è condotta, schiava, a Babilonia, dove entra a far parte delle danzatrici di corte. Il primo ministro Sibari, cugino del Re, che mira ad impadronirsi del trono, vorrebbe far sua Semiramide. Intanto Amal, avendo appreso quale sia stato il destino di Semiramide, si reca a Babilonia, penetra nella reggia e riesce a parlare con l'amata fanciulla, con la quale s'accorda per riacquistare insieme la libertà. Per potersi recare all'appuntamento fissato con Amal, Semiramide si rivolge a Lisia, sopraintendente del gineceo, la quale, abusando della fiducia in lei riposta dalla fanciulla, rivela tutto a Sibari, che fa catturare ed imprigionare Amal. Intanto Re Assur s'innamora di Semiramide, che, dopo molte perplessità, accondiscende a sposarlo. Durante i festeggiamenti nuziali, Amal, avendo dato prove di non comune valore, viene liberato con tutti i suoi seguaci. Pochi giorni più tardi, Assur muore, avvelenato da Sibari, che accusa Semiramide del regicidio. Condannata al rogo, Semiramide viene salvata da Amal, che restituisce a Babilonia la sua Regina e con questa la serenità e la pace.

CAST

NOTE

IL FILM NON RISULTA ISCRITTO AL P.R.C.

CRITICA

<>. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy