KU-FU? DALLA SICILIA CON FURORE

ITALIA - 1973
Il giovane Franco, detto "Fico d'India", va dalla Sicilia a Roma per partecipare ad un concorso di karatè, il cui vincitore sarà assunto come vigilie urbano della capitale. A Roma, egli scrive alla scuola del maestro Kon Chi Lay, che ha un temibile rivale nel collega Lo Con The. Per contrastare le prepotenze di costui, che si serve di tre samurai, Kon Chi Lay addestra Franco in una antica tecnica di lotta. I risultati sono scarsi, ma Franco, sfidato da Lo Con The, riesce ugualmente, con un po' di fortuna, a farsi credere insuperabile. Sempre con l'aiuto della sorte, egli vince anche il concorso di karatè, sconfiggendo il campione di Lo Con The, e ottiene il posto di vigile urbano.
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO, COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: JUMA FILM
  • Distribuzione: INTERFILM (1973) - CAPITOL INTERNATIONAL VIDEO

NOTE

PARODIA DEL FILM "CINQUE DITA DI VIOLENZA" DI CHENG CHANG-HO.
INIZIALMENTE IL FILM FU ANNUNCIATO CON IL TITOLO :"LA CAPA PIU' TOSTA DI TUTTA LA CINA".

CRITICA

L'insensata storiella, frettolosamente imbastita per parodiare i cosiddetti film del karaté, non ha né una trovata, né una battuta degne di questo nome. Lasciato a se stesso, il protagonista si sforza vanamente di supplire con lazzi e buffonerie ai paurosi vuoti di una sceneggiatura incapace di inventare qualcosa di meglio che giochi di parole (anzi, di parolacce). Va rilevata anche una scena pesantemente volgare. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy