Interno di un convento

ITALIA - 1977
All'inizio dell'Ottocento, in un convento italiano, malgrado la continua sorveglianza della badessa, le giovani monache si abbandonano ad ogni sorta di piacere erotico: si amano tra di loro, si concedono nottetempo a nobili e contadini, si masturbano. Suor Clara ha un amante e quando la badessa la scopre tra le sue braccia e la punisce facendo allontanare il giovanotto dal territorio del convento, la giovane suora si vendica facendo avvelenare la superiora da una conversa. Ucciderà allo stesso modo, temendo di venir scoperta, la sua complice e la nipote della badessa. La verità verrà egualmente fuori, ma per timore di uno scandalo tutto verrà messo a tacere.
  • Altri titoli:
    Behind Convent Walls
    Interieur d'un convent
    Sex Life in a Convent
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: EROTICO
  • Specifiche tecniche: VISTAVISION, TELECOLOR, 35 MM
  • Tratto da: ROMANZO "PASSEGGIATE ROMANE" DI STENDHAL
  • Produzione: GIUSEPPE VEZZANI PER LA TRUST INTERNATIONAL FILM, LISA FILM (MONACO)
  • Distribuzione: VIS STAR (1978) - CAPITOL INTERNATIONAL VIDEO
  • Vietato 18

NOTE

- DIALOGHI: WALERIAN BOROWCZYK.

CRITICA

"(...) 'Interno di un convento' cade piatto, le scene erotiche, spinte ad oscenità impensabili, rimangono puri esercizi erotici da voyeurs e non contribuiscono certo a darci un quadro di costume o - come vorrebbe l'epigrafe finale - addirittura di denuncia. La mano di Borowczyk si nota, paradossalmente, proprio nelle sequenze in cui sono assenti gli esercizi sessuali, come quella della morte e del funerale della badessa. In passato il regista si era lamentato dei nostri distributori, che in "Storia di un peccato" avevano aggiunto delle scene perchè il film non sembrava loro abbastanza spinto. Non vorremmo che anche questa volta fosse successo qualcosa del genere, e ne nascesse un'ennesima, stucchevole polemica. C'è però da notare che alcuni autori (Borowczyk come Jancso), quando girano all'estero si fanno apprezzare e per estro e misura, e come arrivano in Italia cadono subito in un cinema che ha come principale traguardo il botteghino degli incassi". (Alfio Cantinelli, "Il Giornale").
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy