Il ritorno di Ringo

ITALIA - 1965
Il ritorno di Ringo
Montgomery Brown, un ufficiale reduce della guerra di Secessione, trova il suo paese in balia di due feroci messicani, padre e figlio. I suoi averi sono stati requisiti e sua moglie Hally, per il bene della loro figlioletta, sta per sposare il più giovane degli usurpatori. Montgomery si finge indio perché vuole preparare la sua vendetta. Tutto avverrà nel corso della cerimonia di nozze, grazie all'aiuto di alcuni amici fidati.
  • Altri titoli:
    El retorno de Ringo
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: WESTERN
  • Specifiche tecniche: CINEMASCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: ALBERTO PUGLIESE E LUCIANO ERCOLI PER PRODUZIONI CINEMATOGRAFUCHE MEDITERRANEE - RIZZOLI FILM (ROMA) - PRODUCCIONES CIN.CAS BALCAZAR (BARCELLONA)
  • Distribuzione: CINERIZ - DOMOVIDEO
  • Vietato 14

NOTE

- ALLA FINE DEL 1965 IL FILM SARA' QUINTO TRA GLI INCASSI ITALIANI CON UN MILIARDO E 317 MILIONI

CRITICA

"Trama, ambientazione e personaggi s'ispirano fedelmente ai più tradizionali canoni del genere western. Il film, grazie ad una regia abile, ad un'ottima fotografia e ad un aderente commento musicale può considerarsi un buon esempio di film avventuroso e spettacolare. (Segnalazioni cinematografiche, vol. 59, 1966)

"Il racconto è strutturato questa volta sul tema trasparentemente omerico del ritorno a casa del guerriero, e sul motivo, pure omerico della vendetta, come Ulisse al ritorno a Itaca. (...) Tutto sommato, direi, il film diventa più interessante per i suoi materiali, il colore, i movimenti di macchina, la bravura tecnica, la sapiente dosatura degli effetti." (G.B. Cavallaro, 'L'Avvenire d'Italia', settembre 1965)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy