IL PRINCIPE E LA BALLERINA

THE PRINCE AND THE SHOWGIRL

USA, GRAN BRETAGNA - 1957
IL PRINCIPE E LA BALLERINA
Nel 1911 convengono a Londra per l'incoronazione di Giorgio V numerosi sovrani e principi. Sono tra questi il Granduca Carlo, Reggente del regno di Carpazia, Nicola, suo figlio, che salirà al trono appena raggiunta la maggiore età, e sua suocera, la Regina Madre. Dopo aver assistito ad uno spettacolo di rivista, il Granduca dà ordine che venga invitata ad una cena nella sede dell'ambasciata Carpatica una delle ballerine, Elsa Marina, un'americana che ha richiamato in modo particolare l'attenzione di Sua Altezza. Elsa, che sogna una romantica avventura con un Principe Azzurro, resta molto delusa per l'accoglienza del maturo dongiovanni, che vorrebbe concludere in modo sbrigativo la serata. Il Reggente cerca di rimediare all'errore commesso, assumendo un altro tono; ma non riesce a vincere la resistenza della fanciulla, che dopo aver sostenuto con molto spirito una vivace schermaglia, finisce con l'addormentarsi. La mattina dell'incoronazione il Reggente, che sente ancora il dispetto della sconfitta subita, non si trova nella piu' felice disposizione d'animo e sarebbe lietissimo di non incontrare piu' la ballerina; ma ha fatto i conti senza la suocera, alla quale viene in mente di nominare Elsa sua damigella d'onore per la giornata. Cosi' l'oscura ballerina si reca all'incoronazione nella vettura delle loro Altezze Reali di Carpazia; ma la sua avventura non finisce qui. Ella si trova infatti immischiata in un intrigo politico, ordito da Nicola per metter da parte il Reggente, suo padre, e venir acclamato Re prima del tempo. Elsa, valendosi del suo innato buon senso e della sua capacità di persuasione, riesce a stabilire rapporti di comprensione e d'affetto tra padre e figlio. Quando tutti i malintesi sono chiariti, il Granduca e Marina scoprono di essere legati da un reciproco sentimento d'amore: il distacco sarebbe molto triste se i due non si scambiassero la promessa di riunirsi un giorno, liberi da ogni impegno, per iniziare insieme una nuova esistenza.
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR
  • Tratto da: DALL'OPERA TEATRALE "THE SLEEPING PRINCE" DI TERENCE RATTIGAN
  • Produzione: MARILYN MONROE PRODUCTIONS, L.O.P.
  • Distribuzione: WB - WARNER HOME VIDEO (GLI SCUDI)

NOTE

DAVID DI DONATELLO 1958 TARGA D'ORO A MARILYN MONROE

CRITICA

"Da una commedia di Terence Rattigan, un film sdolcinato e melenso, una sorta di 'Vedova allegra' senza seltz, anche se stilisticamente impeccabile. Il grande Laurence Olivier, reduce dalle ponderose regie di 'Enrico V', 'Amleto' e 'Riccardo III', è vistosamente a disagio col genere brillante, ma si salva con la classe. Perfettamente in ruolo, oltre che incantevole come sempre, invece Marilyn ". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 13 gennaio 2003)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy