IL PORTO DELLA SPERANZA

ITALIA - 1955
Il porto della speranza è la canonica di Don Luigi, sacerdote bonario e caritatevole. Il buon parroco distribuisce a piene mani i tesori della sua anima buona e pietosa: tra quelli che ne hanno fatto esperimento viene prima Lisetta, una giovane donna, che avendo perduto la madre, è stata accolta da Don Luigi in casa sua, malgrado l'atteggiamento astioso della di lui sorella, l'Angelica curiosa donna, che sempre brontola e trova a ridire su tutto. Guidato dal suo spirito di vera carità, Don Luigi trova modo di sistemare le situazioni più scabrose. Ricorre a lui un uomo, che ha aggredito e derubato un falegname: il buon parroco accomoda tutto. Poi è la volta di Giacomo, che vuol bene a Lisetta: poi c'è il caso di Marietta, figlia della Sora Gertrude, una vicina di casa di Don Luigi, che ha combinato un guaio col di lui nipote. E anche questo è sanato con generale soddisfazione; è contenta anche l'Angelica benché veda annullato un suo segreto desiderio: far sposare Lisetta a suo figlio ed avere lei nelle mani l'eredità della ragazza.
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: QUIRINIA FILM
  • Distribuzione: REGIONALE

NOTE

REALIZZATO IN 16MM E SUCCESSIVAMENTE "GONFIATO" PER POTER ESSERE PROIETTATO IN PUBBLICO.
FILM "FAMILIARE" DI MODESTO INTERESSE E SCARSA DIFFUSIONE, CHE RIPRENDE UN LAVORO TEATRALE DI CHECCO DURANTE.

CRITICA

"E' un lavoro tecnicamente modesto; la semplice trama è ravvivata dalla efficace recitazione di Checco Durante, coadiuvato volonterosamente dagli altri interpreti". (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy