IL GRANDE APPELLO

ITALIA - 1936
Un italiano che ha da cinquanta anni lasciato la patria, per correre dietro all'avventura e alla ricchezza, è tenutario di un albergo a Gibuti. Qui, durante la guerra italo-abissina, riceve la notizia della morte di una donna da cui ebbe un figlio. Egli parte per raggiungere questo figlio che si trova in Africa Orientale, radiotelegrafista presso un cantiere in prima linea. Una volta in presenza del ragazzo gli offre di condurlo con sé a Gibuti per reggere la ricca azienda; ma il giovane comprende che il padre fa anche del contrabbando di armi in favore degli abissini e rifiuta energicamente, scacciandolo. Intanto avviene un improvviso assalto delle bande scioane che saccheggiano il cantiere e feriscono gravemente il giovane telegrafista. Il padre ritorna solo a Gibuti, sconvolto da quanto ha veduto. Poiché non può impedire il contrabbando, si unisce alla carovana che trasporta le munizioni e durante la battaglia, fa saltare il deposito sacrificando la propria vita e facilitando la vittoria italiana.

CAST

NOTE

OPERATORE: FERDINANDO MARTINI E DOMENICO SCALA.
FONICO: GIOVANNI PARIS.
ASSISTENTE REGIA: LIBERO SOLAROLI.
ASSISTENTE MILITARE: RENATO CASTELLANI.
DIRETTORE DI PRODUZIONE: ROBERTO DANDI.
FOTOGRAFIA PER GLI ESTERNI AFRICANI: FERDINANDO MARTINI.
LUNG. METRI: 2393.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy