IL DIAVOLO BIANCO

ITALIA - 1947
Il "Diavolo bianco" è un misterioso capo di ribelli, che conduce la lotta contro il governatore di una ricca provincia caucasica, facendosi paladino dei deboli e degli oppressi. Questo nome leggendario e la personalità misteriosa, che la fantasia popolare ha creato, celano in realtà un giovane principe del capoluogo, che gode l'amicizia e il favore dello stesso ignaro governatore. Il giovane, fa il doppio giuoco, all'insaputa anche della propria fidanzata, che affascinata dalla figura leggendaria del ribelle, finisce con l'odiarlo nelle vesti del proprio fidanzato. Attraverso questo giuoco di equivoci, questo alternare di sentimenti, si sviluppa la trama, che termina con spettacolosi duelli, nei quali tutti i tiranni ricevono il dovuto castigo. Viene in luce la vera personalità del principe Andrej, che riacquista la stima e l'affetto della fanciulla amata.

CAST

NOTE

- RENZO AVANZO HA COLLABORATO NON ACCREDITATO ALLA SCENEGGIATURA.

CRITICA

"Come film di movimento è senza dubbio riuscito ed anche in maniere eccellente [...]. La notevole larghezza di mezzi [...] impiegati [...] non mancherà di dare i suoi frutti, anche se esso nulla aggiunge, dal punto di vista artistico alla notorietà del suo regista e degli interpreti. La trama non ha alcun punto di contatto, salvo l'ambiente, con lìomonimo film interpretato nel muto da Mosjoukine, e narra una storia che ricorda molto le movimentate gesta di Zorro [...]". (L'Operatore, "Intermezzo", n.3 del 15/2/1948).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy