I sette ribelli

Seven Angry Men

USA - 1955
Il film racconta la storia di John Brown, uno dei fautori della liberazione degli schiavi. Insieme ai suoi sei figli, John si stabilisce nel Kansas per combattere quanti sono a favore della schiavitù. Quando gli schiavisti, capeggiati da Martin White, danno fuoco a un villaggio di loro oppositori uccidendo cinque persone John ordina ai suoi uomini di uccidere cinque di loro per rappresaglia. Molti non sono d'accordo con i suoi metodi e abbandonano la lotta. Anche Elizabeth, la fidanzata di Owen, il maggiore dei figli di John, vorrebbe che il programma degli antischiavisti fosse pacifico. Nell'inevitabile scontro finale, Martin White muore e anche Owen rimane ferito ma la campagna antischiavista ha avuto la meglio e tutti sono proclamati liberi. John Brown, però, sa di non aver concluso il suo compito e insieme ai suoi figli e a Elizabeth, che si è sposata con Owen, si trasferisce in Virginia, pronto a un'altra battaglia. Gli schiavi, guidati da John, insorgono ma vengono attaccati e devono asserragliarsi in un arsenale. Le truppe federali arrestano John e lo condannano a morte. Owen, che è riuscito a fuggire, vorrebbe progettare un colpo di mano per liberare il padre, ma questi glielo impedisce. La sua morte sarà d'esempio per continuare a lottare.
  • Altri titoli:
    God's Angry Man
  • Durata: 93'
  • Colore: B/N
  • Genere: BIOGRAFICO, WESTERN
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Tratto da: una storia vera
  • Produzione: ALLIED ARTISTS PICTURES CORPORATION
  • Distribuzione: CINEUROPA

CRITICA

"Il film appartiene alla serie di lavori, che esaltano figure ed episodi della storia americana ed è realizzato dignitosamente. Discreta la regia e la recitazione: buone la fotografia e la musica." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 39, 1956)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy