Gli invasori spaziali

Invaders from Mars

USA - 1953
David McLean, ragazzo dodicenne, ha una gran passione per l'astronomia. Una notte egli vede atterrare e sparire sotto terra una nave spaziale. Suo padre George, che lavora intorno ad un segretissimo missile, esce per investigare: quando ritorna, il suo modo di parlare e di agire è mutato ed egli sembra un automa. Dopo qualche giorno anche la moglie subisce lo stesso cambiamento. Entrambi presentano una piccola ferita alla nuca. Anche la piccola Kathy Wilson va soggetta ai cambiamenti subiti dai genitori di David tanto che un giorno ella dà fuoco alla sua casa dopo averla cosparsa di benzina e perisce ella stessa miseramente. Nel cervello della piccola viene trovato un microscopico apparecchio radio. Nessuno crede alle fantastiche storie di David, tranne una giovane dottoressa, Pat Blake: ella conduce il ragazzo da un astronomo il quale ritiene veritiero il suo racconto. Valendosi dell'apparecchio radio, trovato nel cervello di Kathy, l'astronomo cerca di scoprire l'origine delle onde. Improvvisamente David e la dottoressa vengono attirati nel sottosuolo. Ben presto si riesce a stabilire il punto, in cui è avvenuta la scomparsa dei due: con una carica d'esplosivo viene praticata un'apertura, attraverso la quale alcuni uomini si inoltrano in un dedalo di gallerie scavate nella roccia, raggiungono la nave spaziale e liberano la dottoressa. Essa stava per subire un'operazione che l'avrebbe asservita ai marziani. I liberatori si mettono alla ricerca di David, ma intanto i marziani hanno bloccato le uscite mediante un raggio distruttore. Alla fine David salva tutti mediante una pistola tolta ad un marziano. La nave spaziale intanto si solleva lentamente dal sottosuolo ma esplode improvvisamente la carica che gli scienziati vi hanno introdotto e la nave si disintegra.
  • Durata: 80'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASCIENZA, HORROR
  • Specifiche tecniche: (1: 1.37), EASTMANCOLOR
  • Produzione: EDWARD L. ALPERSON PER NATIONAL PICTURES CORPORATION
  • Distribuzione: RKO, COSMOVIDEO, AB VIDEO, AVO FILM

CRITICA

"Il film contiene i soliti, noti ingredienti, e manca di fantasia, di vivacità, di ritmo narrativo. Realizzazione mediocre." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 44, 1958)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy