Fire with Fire

USA - 2012
Dopo aver assistito al brutale omicidio del proprietario di un negozio di generi alimentari e di suo figlio, il vigile del fuoco Jeremy Coleman riesce a salvarsi a stento. Costretto a testimoniare contro il boss della malavita David Hagan, viene inserito nel programma di protezione dei testimoni. Tuttavia, la sua nuova identità viene scoperta e Jeremy è costretto a mettersi in azione per salvare la sua vita e quella di coloro che ama.

CAST

CRITICA

"L'interesse di questo thriller, fitto di spargimenti di sangue ma uguale a decine d'altri, risiede nel cast che, al fianco di Josh Duhamel ('Transformers'), allinea la splendida Rosario Dawson e Bruce Willis nelle parti di due tutori dell'ordine, Vincent D'Onofrio nel ruolo di un assassino sociopatico e il rapper 50 Cent in quello di un criminale suo avversario. (...) Cascatore, coordinatore di stunt, producer e regista di episodi di popolari serie tv ('Castle', 'The Mentalist'), David Barrett arriva quasi per caso sul grande schermo. Anche questo film, infatti, in origine era destinato direttamente al mercato video." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 9 maggio 2013)

"In America è uscito direct-to-video, qui arriva al cinema, e non sfigura: echi da 'Trappola di cristallo' - complice Willis - e scopiazzature di genere, psicologie - complici i pompieri - tagliate con l'accetta, regia nerboruta, action solida e inserti splatter, 'Fire with Fire' promette ciò che mantiene. Ovvero, sano intrattenimento per spettatori maschi, anche se il grilletto facile l'ha pure Rosario Dawson... Giudizio? Fuochino." (Federico Pontiggia, 'Il Fatto Quotidiano', 9 maggio 2013)

"Piacerà certamente ai fans del cinema d'azione. David Barrett s'è fatto le ossa nei più tosti film TV e non delude chi entra in sala per farsi un'abbuffata di botte e spari (qualcuno sostiene che condizione necessaria anche se non sufficiente per diventare un grande regista è dimostrare di saper girare l'azione). Certo, non siamo davanti al top stagionale. Per arrivarci, Barrett avrebbe dovuto rinunciare all'ennesima marchetta di Bruce Wills. E trovare per la bollente Rosario Dawson un partner più rubizzo del pallido Dushamel." (Giorgio Carbone, 'Libero', 9 maggio 2013)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy