Filumena Marturano

ITALIA - 1951
Da molti anni Filumena Marturano vive more uxorio con l'industriale Domenico Soriani, che l'ha conosciuta in una casa equivoca. Un brutto giorno l'industriale, già vecchio, si invaghisce d'una giovane inglese e decide di sposarla. Filumena protesta fieramente, ma quando vede che le sue proteste non hanno effetto, ricorre ad uno stratagemma. Si finge in fin di vita: il sacerdote, chiamato per somministrarle l'estrema unzione, convince Don Domenico a sposarla in extremis per "regolarizzare la loro posizione". Quando s'accorge della beffa, Don Domenico va su tutte le furie. Filumena ha tre figlioli illegittimi ed è soprattutto la preoccupazione dei figli e del loro avvenire che l'ha spinta a ricorrere alla frode. Benchè essa attribuisca a Don Domenico la paternità d'uno dei tre figlioli, l'industriale non disarma e Filumena è costretta a firmare una dichiarazione con la quale accetta l'annullamento del matrimonio. Ma l'idea della paternità non lascia indifferente Don Domenico, il quale finisce col chiedere a Filumena di sposarlo. Egli vorrebbe sapere quale dei tre figlioli è il suo; ma Filumena non l'accontenta. Don Domenico allora si rassegna a lasciarsi chiamar papà da tutti e tre e la sposa.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy