E ora: punto e a capo

Starting Over

USA - 1979
E ora: punto e a capo
Phil Potter, divorziato dalla moglie Jessica che lo ha tradito con il datore di lavoro, si reca a Boston dove il fratello Michael e la cognata Marva ce la mettono tutta per riempire la sua solitudine. Phil, tramite il fratello, conosce l'insegnante Marylin. Ma quando sembra che fra i due le cose possano funzionare, irrompe di nuovo Jessica. L'incerto Phil cede alla prepotenza e alle astuzie della ex moglie e torna con lei costringendo Marylin ad aggrapparsi al gigantesco John, un ex giocatore di basket. Ma Potter ha capito la lezione, abbandonata di nuovo la moglie, torna a Boston e si riprende Marylin.
  • Durata: 106'
  • Colore: C
  • Genere: ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: COLORE MOVIELAB.
  • Tratto da: romanzo omonimo di Dan Wakefield
  • Produzione: J.L.BROOKS E A.J.PAKULA PER CENTURY ASSOCIATES, PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: PARAMOUNT - CIC (1980)

NOTE

- REVISIONE MINISTERO GIUGNO/LUGLIO 2001.

- GIRATO A BOSTON E NEGLI STUDI CAMERAMART, NEW YORK.

- USCITO NELL'OTTOBRE 79.

CRITICA

"Alan J. Pakula, pur essendosi dimostrato capace di passare da un genere ad altri del tutto diversi ('Pookie'; 'Una squillo per l'ispettore Klute'; 'Perché un assassinio'; 'Tutti gli uomini del presidente'; 'Arriva un cavaliere libero e selvaggio'), sembra a suo agio nelle pellicole più impegnate, e soprattutto, in quelle di tipo corale. Non per nulla, in questa tratta da un banale trinagolo e basata sui duetti Phil-Jessica o Phil-Marylin, ha inserito le riunioni di gruppo ove riesce a manovrare gustosamente. E' questa, forse, la ragione per cui questa commedia lascia un po' delusi. Gli attori sono validi e non solo i tre di primo piano: la fotografia è degna del grande collaboratore di Bergman, Sven Nykvist e l'ambientazione a Boston propizia dei quadretti gustosi." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 89, 1980)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy