Dracula 3D

ITALIA, SPAGNA - 2012
2/5
Dracula 3D
Il giovane bibliotecario Jonathan Harker arriva in un villaggio di Passo Borgo, chiamato per un lavoro presso il castello del Conte Dracula. Ben presto, Harker si rende conto di essere ospite di un terribile vampiro assetato di sangue e ne fa suo malgrado le spese. Nel frattempo, sua moglie Mina è ospite dell'amica Lucy, figlia del sindaco del villaggio, ma non avendo più notizie dal marito inizia a preoccuparsi e decide di andare a cercarlo presso lo stesso Conte Dracula. L'arrivo di Mina al castello era il reale motivo per cui Harker era stato assunto: la ragazza, infatti, somiglia incredibilmente all'amata moglie di Dracula, Dolingen De gratz, morta alcuni secoli prima e che lui non ha mai smesso di amare. Tuttavia, il piano di Dracula viene minacciato dopo la morte di Lucy: per porre fine alle vampirizzazioni viene infatti chiamato il cacciatore di non-morti Abraham Van Helsing, che con le sue armi particolari ingaggerà una dura battaglia per eliminare Dracula e i suoi vampiri...
  • Altri titoli:
    Dario Argento's Dracula
    Dario Argento Dracula
  • Durata: 106'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR
  • Specifiche tecniche: ARRI ALEXA,/SONY F3, ARRIRAW, STEREOSCOPIC 3D, FULL HD 1920X1080, CINEMASCOPE (1:2.35), DCP 3D/35 MM-DCP 2D - TECHNICOLOR
  • Tratto da: romanzo omonimo di Bram Stoker
  • Produzione: ROBERTO DI GIROLAMO, GIOVANNI PAOLUCCI, ENRIQUE CEREZO PER MULTIMEDIA FILM PRODUCTION, ENRIQUE CEREZO P.C., IN ASSOCIAZIONE CON LES FILMS DE L'ASTRE
  • Distribuzione: BOLERO FILM
  • Data uscita 22 Novembre 2012

TRAILER

RECENSIONE

di Federico Pontiggia
Vuoi mettere la Transilvania ricostruita nel borgo biellese di Riccetto? Vuoi mettere un treno di cartone, come neanche i fondali espressionisti?
Dracula 3D
di Dario Argento è croce - d'altronde, con i vampiri… - per molti, delizia per qualcuno. E quel qualcuno ama i B–movies, la gloriosa Hammer e, of course, odia l'aglio. Non nuovo, ma inedito: “Una storia d'amore e morte lontana da Twilight, con un conte diverso, moderno”, dice Argento. Se smembramenti, sangue, mostri assortiti (pure una cavalletta gigante e assassina, per strizzare l'occhio al mercato orientale) non danno forfait, questo Dracula è generoso anche sul fronte risate: sghignazzo libero, e tra una stereoscopia d'antan e dialoghi per minus habens trovare il colpevole è arduo...
La storia: la sensuale Lucy (Asia Argento) risveglia gli istinti del conte (Thomas Kretschmann, fascinoso),e a farne le spese, tra gli altri, è la malcapitata Mina (Marta Gastini, brava). La salvezza si chiama Van Helsing (Rutger Hauer), i nudi arrivano per gentile concessione di Asia e Miriam Giovanelli. Ma a nudo è anche il regista: ok la nostalgia, il gusto citazionista e lo splatter artigianale, ma anche il plasma ha una denominazione d'origine controllata, o no?

NOTE

- PROIEZIONE DI MEZZANOTTE, FUORI CONCORSO, AL 65. FESTIVAL DI CANNES (2012).

- ANDREA MAROTTI E' STATO CANDIDATO AL DAVID DI DONATELLO 2013 PER I MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI.

CRITICA

"Assai modesto anche il 'Dracula 3D' di Dario Argento che, penalizzato da interpretazioni modeste e dialoghi didascalici, diventa involontariamente una comica parodia." (Alessandra De luca, 'Avvenire', 22 novembre 2012)

"Argento è sempre Argento. E dire che sono passati quarantadue anni da 'L'uccello dalle pilume di cristallo'. II suo sarà il centesimo film su 'Dracula', ma il personaggio non ha affatto bisogno del dentista. Difatti morde che è una bellezza, con l'aiuto del 3D che fa lievitare il prezzo del biglietto, ma innalza la tensione e valorizza gli sgargianti colori. Con ovvia prevalenza del rosso. La storia è arcinota, inutile riparlarne. C'è anche Asia, che si spoglia con ironica voluttà." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 22 novembre 2012)

"Spiacerà a coloro che amano l'horror come si fa adesso (leggi 'Possession') e non come si faceva 40-50 anni fa. E anche a quelli che portano parecchie opere di Dario Argento nel loro immaginario personale e negli ultimi tre lustri hanno assistito immagoniti alla caduta inesorabile del regista romano. Per gradire questo ennesimo 'Dracula' bisogna essere dei terribili snob. Oppure fan del Dario comunque e dovunque." (Giorgio Carbone, 'Libero', 22 novembre 2012)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy