DON BUONAPARTE

DON BUONAPARTE
Don Geronimo Buonaparte, buon parroco di un villaggio di poche centinaia d'anime, arrampicato sui monti della Toscana, viene a sapere un giorno che suo nipote Napoleone, divenuto imperatore, gli offre la porpora cardinalizia. La mirabolante notizia, portata da un generale al comando di un plotone di dragoni mette in subbuglio il paesello, dove il parroco menava una vita semplice e tranquilla. Gli speculatori e gli scrocconi si fanno avanti per sfruttare la situazione. Don Geronimo, dopo un primo stordimento, riflette che, accettando gli onori che gli vengono offerti, perderebbe la sua così invidiabile tranquillità e, rifugiandosi nella pace della sua chiesetta, decide la grande rinunzia.
  • Durata: 83'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: DALLA COMMEDIA OMONIMA DI GIOVACCHINO FORZANO
  • Produzione: PISORNO VIRALBA
  • Distribuzione: S.A. CINEMATOGRAFICA CINEE TIRRENIA

NOTE

DIRETTORE DI PRODUZIONE: PIERO COCCO.
AIUTO REGISTA: PIERO PIEROTTI.
SCENEGGIATURA NON ACCREDITATA: FLAVIO CALZAVARA.
MUSICA DIRATTA DA UGO GIACOMOZZI.
COPPA VOLPI A ERMETE ZACCONI PER IL MIGLIORE ATTORE ALLA MOSTRA DI VENEZIA DEL 1941.

CRITICA

"(...) Un film con Zacconi è quasi sempre un film di Zacconi (...) E' lui quando parla e fa parlare gli altri, è il suo spirito, la sua arguzia, la sua ira, la sua pietà (...). Il regista Calzavara ha diretto il film in modo da rendere plausibile e naturale, al punto di non farcela quasi avvertire la sproporzione fra i personaggi di contorno e il formidabile divo (...)". (S. De Feo "Il Messaggero" 28/9/1941
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy